In ER solo una dose di vaccino a chi è guarito

vaccini_art

Anche l’Emilia-Romagna si adegua alle indicazioni nazionali. E quindi a chi ha già avuto il Covid sarà fatta una sola dose di vaccino. A confermarlo è il sottosegretario alla presidenza della Regione, Davide Baruffi, rispondendo  alla consigliera di Forza Italia Valentina Castaldini.

Tutti coloro che operano nei centri vaccinali ricevono il vaccino. La Regione, inoltre, dal 9 marzo ha aggiornato il protocollo sulla base delle circolari del ministero della Salute del 3 e 8 marzo. Quindi, si somministrerà un’unica dose di vaccino a chi ha avuto l’infezione da Covid, in modo da poter avere più dosi a disposizione e capacità di vaccinare un maggior numero di persone.

La risposta del sottosegretario Davide Baruffi ha soddisfatto la consigliera Valentina Castaldini (Forza Italia) in commissione Politiche per la salute e politiche sociali, presieduta da Ottavia Soncini.

La consigliera azzurra aveva presentato un’interrogazione chiedendo di applicare la raccomandazione dell’Aifa (Agenzia del farmaco) sulla vaccinazione con una sola dose a chi aveva avuto il Covid per risparmiare i vaccini. Castaldini ha ricordato che finora, in Emilia-Romagna, il Coronavirus è stato contratto da oltre 360mila persone, di cui 350mila sono i guariti. La consigliera era preoccupata per la mancata fornitura di vaccini. In questo modo si potranno completare i cicli vaccinali per molte persone appartenenti a diverse categorie. Infine, Castaldini ha ricordato che rimane il problema degli studenti di Medicina e delle professioni sanitarie, la cui vaccinazione è fondamentale, soprattutto dopo l’ok sul ritorno alle lezioni in presenza. Il 30% degli studenti di Medicina, ha sottolineato la consigliera, frequenta i reparti e aiuta il sistema sanitario, ma non ha il vaccino.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu