Elezioni 2019. In regione 5,5 milioni al voto

gente_vota

Al voto domenica 26 maggio, dalle 7 alle 23. Precedenti e normativa sui comuni emiliano-romagnoli chiamati in parte a eleggere sindaci e consiglieri e globalmente i rappresentanti all’Europarlamento di Strasburgo

Sono 235 i comuni dell’Emilia-Romagna, su un totale di 328, che domenica 26 maggio 2019, dalle ore 7 alle 23, andranno al voto per il rinnovo del sindaco e dei consigli comunali. Alle urne sono chiamati oltre 2 milioni di elettori che potranno votare in 2.624 sezioni. Ben 35 comuni hanno oltre 15mila abitanti e fra essi anche capoluoghi di provincia come Modena, Reggio Emilia, Ferrara e Forlì: in questi è possibile il ballottaggio, che si svolgerà eventualmente domenica 9 giugno.

Sono alcuni dei dati e delle informazioni che possono essere consultati sul sito della Regione Emilia-Romagna dedicato alle elezioni. Il sito è realizzato in collaborazione tra l’Agenzia di informazione e Ufficio stampa della Giunta regionale e l’Ufficio stampa dell’Assemblea legislativa.

Oltre a 235 primi cittadini, gli elettori sono chiamati a eleggere anche 3.104 consiglieri. Votano per la prima volta gli abitanti di tre comuni di nuova istituzione: nel ferrarese Tresignana (fusione di Tresigallo e Formignana) e Riva del Po (fusione di Ro e Berra) nonché nel parmense Sorbolo Mezzani (fusione degli omonimi comuni). La scheda sarà di colore azzurro.

Il sito web ha anche una sezione dedicata alle elezioni europee, che si terranno nella stessa giornata e coinvolgeranno tutti i 328 comuni dell’Emilia-Romagna con circa 3,5 milioni di elettori chiamati al rinnovo dell’Europarlamento.

L’Italia è divisa in cinque circoscrizioni elettorali: l’Emilia-Romagna è inserita nella Circoscrizione Nord-Est (o Nord orientale) comprendente anche Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. La scheda sarà di colore marrone.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu