Controlli dei Nas di Parma sulla sicurezza veterinaria in Emilia: sequestri e sanzioni per più di 7.000 euro

carabinieri Nas di Parma controlli sicurezza veterinaria allevamento

Nei giorni scorsi i carabinieri del Nas (nucleo antisofisticazioni e sanità) di Parma hanno portato a termine una serie di controlli nel settore della sicurezza veterinaria in Emilia, rilevando alcune irregolarità e comminando sanzioni amministrative per un importo complessivo di oltre 7.000 euro.

In provincia di Parma sono state accertate carenze igieniche – per l’eccessiva presenza di sporcizia – all’interno del box degli animali di un allevamento di bovini; è stata inoltre rilevata l’assenza di sistemi di prevenzione e di contrasto degli agenti infestanti. Il titolare dell’azienda è stato diffidato al ripristino, entro 30 giorni, di idonee condizioni igienico-sanitarie.

In un’altra azienda agricola della provincia parmense, invece, sono state rilevate carenze igienico-sanitarie nei locali per la mungitura e la raccolta del latte, con fitte ragnatele e sporco diffuso: anche in questo caso è stata emessa una diffida nei confronti del legale rappresentante dell’azienda per far ripristinare le adeguate condizioni igienico-sanitarie degli ambienti.

Anche in altri due allevamenti di bovini del Parmense i militari del Nas hanno accertato carenze igieniche, evidenziando la necessità di interventi di manutenzione strutturale e di un’adeguata pulizia delle aree di transito e di sosta dei capi: per entrambi gli allevamenti è scattata una diffida volta al ripristino di idonee condizioni igienico-sanitarie e strutturali.

Durante l’ispezione in un’azienda agricola della provincia di Reggio, invece, sono state sequestrate 25 confezioni di medicinali a uso veterinario, del valore commerciale di circa 2.000 euro, trovate in giacenza senza la prevista autorizzazione e senza un giustificato motivo di impiego. I carabinieri hanno inoltre riscontrato carenze igienico-sanitarie nella sala della cisterna del latte, per la presenza di una fitta rete di ragnatele e per lo stato dell’intonaco delle pareti. Al legale rappresentante dell’impresa è stata comminata una sanzione amministrativa di 5.166 euro; è stata inoltre emessa una diffida per il ripristino di adeguate condizioni igienico-sanitarie.

Sempre in provincia di Reggio i militari del Nas hanno effettuato un controllo in un allevamento di bovini rilevando carenze igieniche all’interno della sala mungitura, del locale per la raccolta del latte e degli ambienti connessi, in particolare per un’eccessiva presenza di ragnatele: il legale rappresentante dell’azienda è stato diffidato a ripristinare le condizioni igienico-sanitarie richieste dalla normativa.

In provincia di Piacenza, infine, i carabinieri del Nas di Parma hanno ispezionato una bazar, trovando e sequestrando 444 confezioni di prodotti alimentari per animali da compagnia ormai scaduti, dal valore commerciale complessivo di circa 3.000 euro: al legale rappresentante dell’attività è stata comminata una sanzione amministrativa di 2.000 euro.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu