Bimba di 8 anni muore in slitta, aperta inchiesta

emily

LA PROCURA APRE UN’INCHIESTA – A seguito del tragico incidente con lo slittino, in cui ieri al Corno del Renon in Alto Adige, una bimba di 8 anni di Reggio Emilia ha perso la vita, la Procura di Bolzano ha aperto un’inchiesta. Al vaglio vi sarebbero i cartelli e le indicazioni per chi pratica questo sport. Sarà cura degli inquirenti anche accertare se le protezioni collocate lungo il tracciato della pista “nera” riservata a sciatori esperti erano sufficienti.
Renata Dyakowska, la mamma della piccola Emily Formisano, si trova ancora in gravissime condizioni all’ospedale di Bolzano. Mamma e figlia ieri al Corno del Renon avevano noleggiato una slitta, ma invece di scendere alla stazione intermedia della cabinovia e prendere la pista per gli slittini, sono salite a monte. Per raggiungere la pista dedicata agli slittini sono scese, forse per sbaglio, per la pista da sci che però, essendo una pista “nera”, era molto ripida (ha una pendenza del 40%). Mamma e figlia sul loro slittino hanno preso velocità, andandosi a schiantare contro un albero. Mentre la piccola è morta sul colpo, la madre è stata trasportata all’ospedale con un politrauma.

Il ricordo e la foto di Emily nel post della società sportiva La Torre. Ci sono notizie che non si vorrebbero mai pubblicare. Purtroppo, ieri, venerdì 4 gennaio, un tragico incidente è costato la vita alla nostra giovane atleta di pattinaggio Emili Formisano, di appena 8 anni, mentre la madre Renata è rimasta gravemente ferita: Emili era con noi già da quattro anni, il primo nel Centro di Avviamento del Mirabello e da tre nel settore agonistico.
Non ci sono parole per descrivere lo sgomento e il dolore che hanno colpito tutti noi, dai dirigenti, al gruppo allenatori, passando per gli atleti. Ci possiamo solo stringere alla famiglia in questo terribile momento di lutto.

L’INCIDENTE DI VENERDI’ – Una bambina di otto anni, Emily Formisano, è morta verso le 13 di venerdì 4 gennaio a seguito di un incidente sulla pista da slittino del Renon. La bambina stava slittando insieme alla madre Renata Dyakowska, 38 anni, di origini polacche, che ha perso il controllo della slitta ed è finita contro un albero. La bambina è morta sul colpo, mentre la madre che ha subito un politrauma è stata intubata e portata in ospedale a Bolzano dall’elicottero dell’Aiut Alpin Dolomites. La donna è in pericolo di vita. Sono intervenuti anche il soccorso alpino, l’assistenza spirituale (il soccorso sanitario altoatesino) e i carabinieri.

La famiglia di Reggio Emilia. L’incidente con la slitta, in cui ha perso la vita una bambina di 8 anni, Emily Formisano, di nazionalità italiana, si è verificato sul Corno del Renon nelle Alpi sarentine. Si tratta di un piccolo comprensorio sciistico, frequentato perlopiù da famiglie, a nord-est di Bolzano. La bambina era figlia di turisti: una famiglia di Reggio Emilia in Alto Adige per trascorrere un periodo di vacanza. Oltre alla madre 38enne Renata Dyakowska, rimasta ferita, e alla bambina morta nell’incidente, sulle piste c’erano anche il papà e il figlio più grande.
Pochi giorni fa, nella notte di San Silvestro, un giovane era rimasto ferito gravemente sempre con uno slittino nei pressi di un rifugio nel comprensorio sciistico Merano 2000. Il giovane stava rientrando a casa dopo aver passato la notte festeggiando nel rifugio. Il giovane era finito contro un albero con la slitta e si era ferito gravemente.

Probabilmente hanno sbagliato pista. Madre e figlia avevano noleggiato una slitta e devono aver sbagliato direzione, perché invece di finire sulla pista dedicata agli slittini, erano finite su una pista da sci “nera”, ovvero molto ripida e proibita a chi pratica lo slittino. E’ verosimile che non abbiano visto i cartelli di divieto per gli slittini che erano stati apposti all’inizio della pista da sci.
Una volta imboccata la pista, che ha una pendenza del 40%, lo slittino ha preso velocità: mamma e figlia sono finite contro un albero, nel vano tentativo di frenare la corsa. Il padre le stava aspettando a fine pista.

 



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu