Ammazzato al bar, forse motivi amorosi

campani_art

Un uomo, Giorgio Campani, di 60 anni (nella foto), è morto dopo essere stato centrato da un colpo di pistola sparatogli al volto al Blue Bar di Rondinara di Scandiano (Reggio Emilia), nella zona ceramica del reggiano. I carabinieri di Reggio Emilia, che indagano sull’accaduto, hanno da subito individuato e fermato l’aggressore.

La vittima e l’arrestato sono entrambi originari del reggiano e abitano a Borgo Visignolo, una frazione del comune di Baiso.

Giorgio Campani è  spirato intorno alle 10 di lunedì mattina per il colpo di pistola che gli è stato esploso al volto nella veranda del bar su via per Viano.
Gianpietro Guidotti,  l’aggressore, proprietario terriero e agricoltore di 58 anni, dopo avere sparato ha atteso l’arrivo dei carabinieri. Secondo i primi riscontri degli investigatori la vittima e il killer si sarebbero conosciuti da tempo, entrambi abitano infatti nel territorio di Baiso, prima montagna reggiana. All’origine dell’omicidio pare vi possano essere liti, vecchie ruggini di vicinato, oppure anche problemi sentimentali, forse legati all’interesse per la stessa donna.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu