Addio Kobe Bryant, leggenda Nba muore a 41 anni in un incidente con l’elicottero

Kobe-Bryant-Last-Day

Tragedia nel mondo dell’NBA: Kobe Bryant è morto in un incidente di elicottero in California, nella contea di Los Angeles. Lo riferisce il sito TMZ. il 41enne, leggendaria guardia dei Lakers, era a bordo del suo elicottero privato con almeno altre tre persone più il pilota, e sono tutti morti. Secondo quanto riporta il sito statunitense Bryant stava viaggiando con almeno altre 7 persone sul suo elicottero privato quando si è verificato un incendio a bordo. Tra le vittime anche una delle quattro figlie, la 13enne Gianna Maria detta GiGi. Lo riferiscono fonti della famiglia al sito Tmz. Gianna Maria era un astro nascente del basket femminile. Il gruppo era diretto verso la Mamba Academy di Thousand Oaks per un allenamento di basket.


Bryant fin dai tempi dei Lakers era solito spostarsi in elicottero. Le autorità stanno indagano sulle cause che hanno provocato l’incidente di elicottero. Alcuni scatti mostrano una lunga colonna di fumo in una zona collinosa della contea di Los Angeles. Bryant lascia oltre alla moglie Vanessa anche tre delle 4 figlie: Natalia, Bianca e il neonato Capri.

Le parole “per sempre uno di noi” e le foto di Kobe Bryant da giovanissimo, con la maglia della Pallacanestro Reggiana. E’ il modo con cui la società emiliana ricorda il campione statunitense che da ragazzino giocò nel settore giovanile, mentre il padre Joe era in prima squadra.

Il padre giocò anche a Rieti, Reggio Calabria e Pistoia e anche qui ha lasciato amici e ricordi. “Kobe Bryant è cresciuto qui ed era per tutti noi un reggiano. Oggi ci ha lasciato. Una leggenda del basket che tutta la nostra città ricorderà per sempre con affetto e riconoscenza.
“Ciao Kobe”, ha scritto su Facebook il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu