Vecchi: non cancelleremo il murales

vecchi_art

Posta su Facebook il sindaco Luca Vecchi in merito alla richiesta di Autostrade sulla rimozione del murales Partigiano Reggiano: “È parte integrante del nostro Dna, ricorda un fatto gravissimo – un rastrellamento nazifascista in cui persero la vita 23 persone – e Reggio Emilia, città Medaglia d’Oro della Resistenza, non è disponibile ad annullare la propria storia e la propria memoria.
Quel luogo è un monumento vivente, sorge a Villa Sesso da decenni, da molto prima che venisse realizzato il murales, ed è dunque presente da ben prima dell’edificazione di autostrada e linea ad alta velocità.

Com’è noto il dipinto “Partigiano Reggiano” valorizza la storia e l’esempio dei fratelli Manfredi, il sacrificio dei Miselli, la sofferenza indicibile patita da tante famiglie e da una frazione storica della nostra città, ed è stato realizzato sulla facciata della loro casa natale.
Non contiene alcuna comunicazione commerciale, non è una insegna, un cartello, un manifesto o un impianto pubblicitario.

Fra l’altro la distanza dalla carreggiata (circa 50 m dal centro) e la tipologia del murales non riteniamo vogliano in alcun modo indurre a confusione gli automobilisti, rispetto alla segnaletica verticale presente a lato della strada.

Siamo già in contatto con Autostrade e siamo certi che assieme risolveremo in breve tempo la vicenda, autorizzando quanto è stato fatto. Siamo disponibili a valutare l’eventuale piantumazione di una quinta arborea per renderlo meno visibile dall’autostrada, se questo suggerisce il buon senso rispetto al tema della sicurezza stradale.
Come per altri monumenti, come quello sulla Cisa o all’uscita di Brescia Ovest sull’A4 si deve a nostro avviso, date queste premesse, procedere con l’autorizzazione”.



C'è 1 Commento

Partecipa anche tu
  1. Graziano

    Per loro la guerra è finita nel 1948 dopo aver ucciso più italiani del fascismo compreso moltissimo sacerdoti e non dimentichiamo i morti delle fobie perciò togliete quel murales e vergognatevi comunisti di ……


Rispondi a Graziano Annulla risposta