Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 20.08.2017 ore 04.12
Sei qui: Home | Voci, "Comer ceduta a un fondo estero". Dopo Brevini, anche Storchi passa la mano
3 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Voci, "Comer ceduta a un fondo estero". Dopo Brevini, anche Storchi passa la mano


Manca una comunicazione ufficiale, ma secondo fonti bene informate (ECC) un altro gruppo di spiccato valore della provincia reggiana avrebbe nei giorni scorsi cambiato padrone.
Si tratta di Comer Industries, società leader a livello internazionale nella produzione di sistemi avanzati nell'ingegneria e nella meccatronica, nella cui proprietà sarebbe entrato con quota di maggioranza un importante fondo attivo sui mercati mondiali.
 
I rumors trovano conferma informale in un sito specializzato nelle news relative al settore M&A, ossia fusioni e acquisizioni, denominato mergermarket.com.
Qui potete osservarne le pagine dedicate al gruppo Comer, che peraltro fanno riferimento alla fonte Sole24Ore.





Alla fine dello scorso mese di aprile il controllo della società era stato trasferito in maggioranza alla seconda generazione della famiglia Storchi, fondata negli anni Settanta dai fratelli Fabio e Fabrizio. Il 75% della proprietà, secondo una nota del gruppo, era stato assegnato ai fratelli più giovani, Matteo e Marco, e ai cugini Cristian e Annalisa, mentre ai fratelli fondatori era stato assegnato un 15% delle azioni. In quell'assemblea, Matteo Storchi è nominato amministratore delegato con pieni poteri, e dichiara: "Inizia una nuova pagina della nostra storia. I tempi sono maturi per un pieno coinvolgimento in azienda della seconda generazione".
 
Comer Industries segna da alcuni anni una lenta ma progressiva flessione del fatturato, chiusosi nel 2016 con ricavi a quota 304 milioni di euro e un risultato di esercizio pari a 6,6 milioni di euro. Il gruppo dichiara 1.318 dipendenti occupati nelle diverse sedi produttive.


- in aggiornamento -
 
 
 


Ultimo aggiornamento: 19/05/17

19/05/17 h. 16.40
Gianni Vattani dice:

Avanti il prossimo...........!

si parlava proprio l'altro giorno della differenza tra Italia e Francia a livello di paese - storia - classe imprenditoriale o sbaglio, Sig.Gonzaga...?

19/05/17 h. 15.29
Anna dice:

Quanti convegni ho visto a S. Margherita e Capri dove si parlava delle grandi prospettive delle Industrie Italiane ( Alcune Reggiane).

19/05/17 h. 15.10
Gonzaga dice:

Sempre più difficile fare gli imprenditori in Italia.

Esprimi il tuo commento