Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Venerdì 22.09.2017 ore 02.52
Sei qui: Home | Un caso sospetto di Chikungunya a Carpi
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Un caso sospetto di Chikungunya a Carpi


L’Azienda Usl di Modena ha riscontrato nella giornata di ieri un caso sospetto di febbre da virus Chikungunya (di cui è in corso la conferma di laboratorio) in un cittadino carpigiano.



L'Azienda Usl ricorda che la malattia è generalmente a decorso benigno, non è pericolosa per l'adulto e si manifesta di solito con febbre alta e dolori muscolari. L'infezione si può trasmettere tramite la puntura di zanzare ‘tigri’ infette.
 
Secondo la prassi in questi casi il Comune in collaborazione con la Azienda Usl si è attivato per organizzare tempestivamente i trattamenti nei luoghi di residenza della persona che ha contratto il virus. Come da protocollo regionale l’ente locale si è subito mosso per avvisare immediatamente la cittadinanza e, in via precauzionale, disinfestare con prodotti insetticidi le aree verdi comprese nel raggio di 100 metri dall’abitazione della persona colpita, ubicata nella zona sud della città tra lo stadio e via Muratori. Gli interventi in area pubblica e privata saranno effettuati domattina a partire dalle ore 8.30. I cittadini della zona interessata al trattamento, e solo loro, riceveranno un avviso già oggi da parte dei volontari della Protezione Civile.
 
Ricordiamo che durante il trattamento è necessario rimanere in casa con finestre e porte chiuse e sospendere il funzionamento di impianti che prevedano il ricambio dell’aria. Si raccomanda inoltre di tenere al chiuso gli animali domestici e proteggere i loro ricoveri e suppellettili (ciotole, abbeveratoi, ecc…) con teli di plastica.
Prima del trattamento, infine, è consigliabile raccogliere la verdura e la frutta degli orti o proteggere le piante con teli di plastica in modo ermetico; dopo il trattamento si raccomanda di attendere 15 giorni prima di consumare frutta e verdura che siano state irrorate con i prodotti insetticidi, lavarle abbondantemente e sbucciare la frutta prima dell’uso. Si informa poi che è necessario ricordarsi di pulire mobili, suppellettili e giochi dei bambini lasciati all’esterno che siano stati esposti al trattamento, proteggendosi le mani con guanti a perdere. In caso di contatto accidentale con il prodotto insetticida, lavare abbondantemente la parte interessata con acqua e sapone.


Ultimo aggiornamento: 16/09/17

Esprimi il tuo commento