Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Martedì 12.12.2017 ore 21.08
Sei qui: Home | Uccide i due figli piccoli e poi tenta il suicidio. Tragedia a Luzzara, la donna è in ospedale
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Uccide i due figli piccoli e poi tenta il suicidio. Tragedia a Luzzara, la donna è in ospedale


Un bambino di 5 anni è stato ucciso a coltellate dalla madre, una 39enne, Antonella Barbieri, originaria di Carpi, ma residente a Suzzara, che poi ha tentato il suicidio accoltellandosi a sua volta alla pancia con lo stessa lama da cucina.



Il corpo del piccolo è stato ritrovato con la gola tagliata accanto alla madre dai carabinieri in una macchina ferma nella campagna di Luzzara, all'interno della zona golenale (nella Bassa reggiana).

L'allarme era stato lanciato da un pastore in transito nella zona verso le 16  con il suo gregge e che ha notato la vettura nella zona golenale delle cave e dei laghi artificiali con a bordo una persona ferita e sporca di sangue. La donna 39enne, con ancora il coltello conficcato nella pancia, è stata quindi soccorsa e poi trasportata in ospedale, a Reggio Emilia, dove ora è ricoverata. Non sarebbe in pericolo di vita.


 
I carabinieri si sono poi recati nella casa della donna, che abita a Suzzara (Mantova), in stradello Opi, una via in aperta campagna, e qui hanno trovato anche il cadevere di una bambina di 2 anni, sarebbe morta per soffocamento. 

Gli investigatori stanno lavorando per ricostruire i passaggi della tragedia.
Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la madre dei bambini, casalinga, che in passato avrebbe sofferto di problemi psichici, mentre il padre che gestisce un'azienda alla Motteggiana era al lavoro, prima ha ucciso la bambina nella sua abitazione a Luzzara e poi è partita in auto con il bimbo verso la zona golenale di Luzzara, dove poi il piccolo è stato assassinato.



Infine la donna avrebbe tentato di uccidersi, ma a quel punto è stata trovata ferita e in stato confusionale dai carabinieri che l'hanno sorpresa ancora chiusa dentro la sua auto.
Il marito della donna, Andrea Benatti, 39 anni, è stato poi avvertito dai carabinieri della tragedia, mentre la moglie è stata condotta in ospedale, dove ora è ricoverata e non pare in pericolo di vita.
Andrea Benatti, il padre dei due bambini di 5 e 2 anni assassinati, è uno sportivo conosciuto: ha giocato a rugby come terza linea per molti anni nel Viadana con cui ha vinto lo scudetto nel 2002, poi negli Aironi conquistando anche la Nazionale. Il ritiro dall'attività agonistica nel 2011, poi il lavoro nell'azienda di famiglia.
 


Ultimo aggiornamento: 07/12/17

Esprimi il tuo commento