Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 23.07.2017 ore 08.40
Sei qui: Home | Renzi, 259 miliardi di ragioni
4 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo
Primo Gonzaga

Renzi, 259 miliardi di ragioni


di Primo Gonzaga

Alla Camera Renzi ha fatto due citazioni giustissime: “Oggi ci considerano falliti le stesse banche fallite e salvate dai nostri fondi". Poco prima il premier aveva detto: "Noi siamo quelli che hanno salvato le banche degli altri paesi, nessuno ha salvato le nostre banche".

Renzi ha detto cose vere: la Germania ha erogato 259 miliardi di euro per salvare le sue banche dal fallimento (nel periodo 2008-2013), l'Italia solo 15 (i famosi Monti e Tremonti bond, andati soprattutto al Monte dei Paschi di Siena).

Nessuno lo dice, ma la grande Germania ha finanziato in maniera abnorme e con fondi pubblici il suo sistema bancario sull’orlo del fallimento per i derivati sui subprime Usa. Guardate le cifre. Sono imponenti



Figura 1 - Fonte: Commissione europea, direzione generale per la concorrenza. Grafico a cura di Pierluigi Tolot - Panorama

La Germania in 4 anni ha stanziato 646 miliardi di euro e ne ha usati 259. Tantissimi. Basti dire che 259 miliardi sono pari al 10,1% del Pil tedesco e che 646 miliardi rappresentano addirittura il 25,1% del prodotto interno lordo del paese. Lo ha fatto creando una società ad hoc chiamata Finanzmarktstabilisierungsfonds (SoFFin).

Per chi vuole approfondire qui c’è un bellissimo report della Bce (vedi pagine 35 e seguenti) che già nel 2009 fornisce l'ammontare degli aiuti del governo tedesco alle sue banche (alcune erano tecnicamente fallite). In seguito gli stanziamenti tedeschi sono ulteriormente aumentati.


Ecco l’elenco delle banche tedesche soccorse con fondi pubblici nel 2008-2009: Aareal Bank, BayernLB, Commerzbank, HSH Nordbank, Hypo Real Estate, IKB, Sicherungseinrichtungsgesellschaft deutscher Banken (SdB), NordLB.

Alcune di queste banche sono enormi (Commerzbank, Hypo Real Estate), simili a Unicredit, e hanno crediti che coprono percentuali superiori al 10 o al 20% del Pil tedesco.

Perché Renzi dice che abbiamo salvato le banche tedesche? Semplice, perché abbiamo consentito l’abolizione della legge sugli “aiuti di Stato” che vieta aiuti al settore privato. È stata fatta una deroga immensa per permettere ad alcuni paesi membri sull’orlo del collasso nel 2008-2009 di ricapitalizzare (nazionalizzare) le banche di quei paesi.

Per spiegarmi ancora meglio, la Germania e l’Inghilterra hanno fatto con le loro banche in grande (10% del Pil tedesco) quello che noi siamo stati accusati di fare con Alitalia con poche briciole (pochi milioni a fronte di miliardi di euro).

Noi non abbiamo negoziato con la Germania lo scambio tra salvataggio delle banche tedesche e l'allargamento dei parametri del deficit e la possibilità di far intervenire la Bce sul mercato aperto per acquistare i nostri titoli (leggi Btp) e ridurre così il costo del nostro debito.

Questo è stato il grande errore dei nostri politici. Invece di negoziare con la Germania che chiedeva (in quei giorni supplicava) di abolire gli “aiuti di Stato” per poter finanziare le banche, ci siamo accontentati delle bricioline dei Tremonti e dei Monti bond.
 
Questo è l'errore con la “E” maiuscola dei nostri governi. Per questo dico che Renzi ha 259 miliardi di ragioni da far valere con la Germania e deve iniziare finalmente a negoziare con i tedeschi battendo i pugni sul tavolo. Da qui possiamo ripartire. Non è vero che solo l’Italia ha problemi, altri ne hanno avuti di peggiori e oggi li nascondono sotto il tappeto.


  • Condividi:
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Aggiungi a Technorati
  • OKNotizie
25/11/16 h. 18.41
Gonzaga dice:

Semplice.....perchè sono i tedeschi che comadano e sono sempre i soliti tedeschi ad aver usato il maggior ammontare di denaro pubblico per salvare le loro banche tecnicamente fallite. Tutto dimostrato nel documento allegato.

18/01/15 h. 20.38
Deutsche Freundschaft dice:

Perchè danno fastidio soltanto i soldi dati ai tedeschi? I 350 miliardi alla cattolicissima Irlanda sono un atto dovuto? E soprattutto, rapportiamo il valore dei fondi dati ai crucchi col pil e con la popolazione.
Italiani: razza inferiore.

18/09/14 h. 12.56
Gonzaga dice:

Si. Proprio così! Anzi peggio, perchè poi i Tedeschi una volta sistemati i loro disastri (ed erano molto, molto grossi) si sono dedicati a distruggere noi facendo vendere alle loro banche i nostri BTP e innescando la crisi del debito italiano del 2011. Ma questa è un'altra storia quando ci sarà tempo ci ritorneremo. Per ora un saluto agli imprenditori che tengono su il paese.

18/09/14 h. 0.44
Imprenditore dice:

Perchè noi Italiani siamo così autolesionisti. I tedeschi ricapitalizzando le loro banche hanno poi fatto ripartire il credito alle imprese mentre noi abbiamo subito la loro crisi? Cornuti e mazziati.

Esprimi il tuo commento