Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 23.07.2017 ore 08.42
Sei qui: Home | Reggio. Aemilia, la Masini: il Pd mi ha isolata
8 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Reggio. Aemilia, la Masini: il Pd mi ha isolata


L'ex presidente della Provincia di Reggio Emilia Sonia Masini, giovedì 13 luglio, è comparsa sui banchi del tribunale del processo Aemilia per portare la propria testimonianza.



L'ex amministratore del Pd non è stata tenera con il partito. Del Pd la Masini ha infatti detto che a un certo punto le è stato "gentilmente chiesto di farsi da parte", ed è poi stata "isolata". Su rapporto con i cutresi arrivati a Reggio Emilia, l'ex capo di palazzo Allende ha poi spiegato: "Non erano affatto discriminati. Per Cutro partiva partiva perfino un volo aereo. Gli abbiamo intitolato una via e da qui partivano i pellegrinaggi. A un certo punto, a Reggio, persone arrivate da Cutro hanno avuto molto potere, fin troppo. Credo che alla fine siamo stati un po' ingenui e troppo accoglienti, mentre dovevamo essere più vigili".
 
La Masini ha poi ricordato quando tramite un appello, era il 2012, chiese alla comunità cutrese di rompere il muro omertoso. Ma, dice, fu al contrario duramente attaccata: "Questo appello, del quale resto convinta, mi è però costato molto. Dissero che generalizzavo e che volevo colpire una comunità in prevalenza onesta. Ma avevo avuto la convinzione che si dovesse lavorare dall’interno per rompere quel muro di omertà, non significa affatto ritenere i cutresi delinquenti, anzi al contrario, se si comprende che va rotta quella catena che da decenni, che da secoli, tiene le persone sottomesse, una comunità può rigenerarsi”.
 
Poi il passaggio sulle intercettazioni quando durante la famosa cena del 2012 al ristorante gli Antichi Sapori, la Masini sarebbe stata bersaglio politico di una strategia per screditarla: “Si diceva di continui che l’economia che faceva riferimento a persone provenienti da Cutro soffriva un disagio e che io peggioravo questa condizione dicendo ai cutresi di rompere il silenzio”.
 


Ultimo aggiornamento: 17/07/17

16/07/17 h. 21.30
@Sonia Masini questa volta ha ragione dice:

mi dici quando la Masini avrebbe detto UNA parola sul tema mentre era ancora Presidente della Provincia? Io non me ne ricordo neanche una. Oppure dimmi quando avrebbe dato disposizioni sugli appalti ai propri uffici più rigide di quelle che ha dato il Comune di Reggio o qualsiasi altro comune della provincia.

16/07/17 h. 0.19
@masini dice:

Ma dov'era la signora quando la Spaggiari e Malagoli hanno fatto costruire tutto e di tutto e dappertutto.....quante parole disse in opposizione?
Nessuna .....e chi costruiva ?
Le autocritiche a posteriori sono ridicole anche perché lei era d'accordo
dunque di che parla?

15/07/17 h. 13.50
Sonia Masini questa volta ha ragione dice:

Comunque questa volta ha ragione, dice le cose come stanno e denuncia l'isolamento che il PD sottopone a chiunque devi dalla linea ufficiale.
Sulla ndrangheta il pd 'lascio le porte aperte' in cambio di voti e sostegno politico. Con quel che è successo l'intera dirigenza avrebbe dovuto dimettersi e il partito commissariato. Non dimentichiamo che la nostra provincia è stata individuata come tra le più infiltrate dalla mafia in Italia. Chi governava! Cosa ci vorrebbe di più per mandare a casa chi amministrava?

14/07/17 h. 23.25
@masini dice:

Penosa !!
Personaggio irrilevante nella storia Reggiana ...mai capito come abbia fatto a diventare presidente della provincia......e anche il marito carriera rapida e insapore....
Difetti della fase finale del pci

14/07/17 h. 23.13
Yanez dice:

Direttore, senza le panzane della barilotta questo giornale non è più lo stesso: perchè non le passa un compenso mensile, così arrotonda la sua misera pensione, e noi possiamo tornare a sganasciarsi dalle risate? Tenga presente che da tempo non scrive più neanche Filippi, nessuno riuscirebbe a sopravvivere a due defezioni del genere contemporaneamente.

14/07/17 h. 22.24
amintore dice:

E per quale motivo non è stato riconfermato?

14/07/17 h. 12.25
Pluto dice:

Ma questa qui non era quella che diceva che a Reggio la mafia non esiste? Rifarsi una verginità perduta è operazione quanto mai difficile

14/07/17 h. 10.34
Spectator dice:

Alla storiella che la Masini sarebbe stata politicamente isolata a causa della sua azione di contrasto nei confronti della ndrangheta non credono nemmeno i bambini.Cosi' come nessuno informato dei fatti si puo' bere la storiella che Bini non venne riconfermato presidente della CCIAA per analogo motivo!!

Esprimi il tuo commento