Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 26.02.2018 ore 04.02
Sei qui: Home | Reggio. 'Spaccio per mantenere mio figlio'
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Reggio. 'Spaccio per mantenere mio figlio'


Sul tettuccio della propria autovettura stava confezionando le dosi da vendere nella piazza più frequentata dai ragazzini, vicino al centro commerciale i Petali di Reggio Emilia.

 
La scena ha attirato l’attenzione di una pattuglia dei carabinieri di Reggio Emilia Santa Croce che si è avvicinata al giovane, un 19enne abitante in provincia, che si è rivelato essere uno spacciatore. All'interno dell'auto vi erano la moglie del 19enne e il figlio appena nato. 
 
Ai carabinieri che gli contestavano il possesso di droga ai fini di spaccio il giovane ha ammesso ogni responsabilità dicendo avere appena iniziato a vendere droga, non riuscendo, con i soli  200 euro di rimborsi derivanti dalla sua attività di stagista a mantenere compagna e figlioletto neonato. 
Il fatto è accaduto martedì sera intorno alle 21,30 quando il pusher alla vista dei carabinieri di via Adua ha tentato di disfarsi dello stupefacente. In caserma, dove è stato condotto per gli accertamenti, ha precisato di avere scelto una piazza ben frequentata da giovani e per questo ritenuta più remunerativa quale l’area dei Petali. Lo spacciatore condotto in caserma è stato  denunciato alla procura reggiana per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. I 10 grammi di marjuana, che si apprestava a confezionare, sono stati sequestrati con il kit per cnfezionare l'erba.


Ultimo aggiornamento: 14/02/18

Esprimi il tuo commento