Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Sabato 03.12.2016 ore 10.34
Sei qui: Home | Qualità della vita 2016: Parma sesta, Reggio sedicesima
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Qualità della vita 2016: Parma sesta, Reggio sedicesima


C'è un nuovo leader al comando della diciottesima classifica annuale di ItaliaOggi-Università La Sapienza di Roma sulla qualità della vita nei capoluoghi di provincia italiani: è Mantova, che è riuscita dopo 5 anni a spezzare il lungo dominio di Trento (scivolata dal primo al secondo posto).



A chiudere il podio un'altra new entry, Belluno, risalita dall’ottava posizione spodestando Pordenone (da terza a quarta) e Bolzano (da seconda a ottava). Ultima, invece, Crotone, nonostante alcuni elementi di discontinuità rispetto alle altre province meridionali, sopravanzata da Siracusa (che nell'ultima rilevazione era al 104° posto).

Buon risultato per l'Emilia, che piazza Parma in top ten (al sesto posto, dopo essere stata tredicesima nel 2015) e altre due città nella top 20: Piacenza in quindicesima posizione, migliorando il 23° posto dell'anno scorso, e Reggio un solo gradino più in basso, con la città del tricolore capace di recuperare due posizioni rispetto al 2015.

Bene anche Modena, ventunesima, in risalita rispetto alla posizione numero 34 della scorsa rilevazione. Luci e ombre invece per Bologna, che ha fatto meglio del 61° posto in graduatoria dello scorso anno ma che non è stata capace di assestarsi oltre la quarantasettesima posizione.

A conferma di questa tendenza, la ricerca ha evidenziato come nelle province con popolazione superiore al milione di abitanti in genere la qualità della vita peggiori, mentre nelle province medio-piccole sia stabile o in miglioramento. A livello di macro-aree, invece, nord-est e centro hanno retto meglio il colpo della crisi, mentre sono risultati più in sofferenza il nord-ovest e soprattutto il sud e le isole, dove si è persa traccia di quel cluster di province individuato qualche anno fa nel quale il livello della qualità della vita era superiore a quello prevalente nelle altre province meridionali e insulari.


Ultimo aggiornamento: 28/11/16

Esprimi il tuo commento