Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Venerdì 26.05.2017 ore 20.51
Sei qui: Home | Primarie Pd, iniziato il voto nei circoli dell'Emilia-Romagna: Renzi avanti, ma Orlando vicino
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Primarie Pd, iniziato il voto nei circoli dell'Emilia-Romagna: Renzi avanti, ma Orlando vicino


Lunedì 20 marzo, nel primo giorno utile, in Emilia-Romagna (la regione che con i suoi 47.200 iscritti è "l'azionista di riferimento" del Partito Democratico) hanno preso il via la discussione e il voto nei circoli in vista delle primarie aperte del prossimo 30 aprile, anche se la gran parte dei congressi nei 600 circoli del Pd della regione si svolgeranno nei prossimi due fine settimana. Le votazioni dei tesserati dovranno concludersi entro domenica 2 aprile. 



Nei primi nove circoli del territorio che si sono già espressi, il segretario uscente Matteo Renzi è risultato in vantaggio con il 52,3% delle preferenze dei 273 iscritti che hanno partecipato complessivamente alle votazioni. Un risultato ovviamente molto parziale e assolutamente indicativo, che tuttavia ha già mostrato la tenuta e il radicamento dello sfidante Andrea Orlando, secondo con il 44,6% dei voti e pronto a insidiare la leadership dell'ex premier.

La candidatura dell'outsider Michele Emiliano, invece, al momento sembra non riscuotere particolare consenso, almeno in Emilia-Romagna. Il responso dei primi congressi dei circoli dem emiliano-romagnoli, infatti, ha assegnato alla sua mozione soltanto il 2,9% delle preferenze.

Le prime due "convenzioni" reggiane, a San Martino in Rio e nel circolo cittadino Reggio, tuttavia, hanno segnato altrettante vittorie per l'attuale Guardasigilli, che ha conquistato il 61% dei voti nel paese della provincia reggiana e il 53% dei consensi in città.

 
Nei due circoli, complessivamente, hanno votato circa 140 iscritti: "Si tratta, naturalmente, di numeri assoluti ancora piccini", hanno spiegato i rappresentanti della mozione Orlando, "tuttavia crediamo sia una dimostrazione di come la nostra gente sappia votare con la propria testa, infischiandosene magari dei sondaggi, ma anche di come la proposta di Orlando nel merito sappia ricevere anche appoggi sorprendenti. Vogliamo ringraziare quanti hanno dato fiducia alle nostre proposte e quanti, nei circoli, stanno lavorando per farle conoscere. Non abbiamo grandi mezzi, ma tante persone motivate".


Ultimo aggiornamento: 23/03/17

Esprimi il tuo commento