Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Martedì 12.12.2017 ore 21.08
Sei qui: Home | Premio Er.Rsi della Regione Emilia-Romagna, a Coopselios la menzione speciale "Parità di genere"
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Premio Er.Rsi della Regione Emilia-Romagna, a Coopselios la menzione speciale "Parità di genere"


Mercoledì 6 dicembre a Fiorano Modenese è stato assegnato il premio della Regione Emilia-Romagna “Er.Rsi Innovatori Responsabili”, giunto alla terza edizione, che incentiva le migliori iniziative realizzate dalle imprese che nei loro piani aziendali e nell’ambito della responsabilità sociale d’impresa uniscono valori etici e sostenibilità.



A ricevere il riconoscimento sono state decine di imprese tra pmi, cooperative sociali, aziende di media dimensione e con oltre 250 dipendenti di tutta la regione che stanno contribuendo a raggiungere i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (i cosiddetti "Global Goals") indicati dall’Onu con l’Agenda 2030, l’impegno sottoscritto da 193 nazioni per la creazione di un mondo più attento all’ambiente, all’equità sociale ed economica, all’educazione e al rispetto delle diversità.

Quest'anno per la prima volta, grazie alla collaborazione tra la commissione Parità e diritti delle persone dell’assemblea regionale e l’assessora alle attività produttive Palma Costi, hanno potuto concorrere al premio Er.Rsi anche progetti mirati alle pari opportunità tra donne e uomini, tali da realizzare un welfare aziendale a misura di persona, in particolare a sostegno delle lavoratrici.

La consigliera reggiana e presidente della commissione Roberta Mori ha consegnato alla cooperativa sociale reggiana Coopselios, attiva nel campo dei servizi alla persona, la targa della menzione speciale "Parità di genere" per il progetto "Fattorino sociale a sostegno dei soci lavoratori".

“La commissione – ha spiegato la presidente Mori citando la motivazione ufficiale – ha premiato la concretezza e l’esemplarità del progetto. Nello spirito della migliore tradizione cooperativa, Coopselios si è impegnata a rispondere a difficoltà autentiche, quotidiane, di conciliazione tra lavoro in azienda e lavoro di cura attraverso una responsabilità sociale di impresa che si fa carico del benessere dei propri soci e delle lavoratrici, sulle quali grava in maggior misura l’onere del caregiving familiare”.

Il progetto presentato da Coopselios promuove la figura del “fattorino sociale”, un servizio a disposizione di tutti i soci lavoratori per svolgere commissioni utili alla vita familiare. In risposta alle esigenze di conciliazione dei tempi di vita-lavoro e nell’ottica delle pari opportunità, l’azienda – composta per l’89% da donne – ha voluto sostenere così le azioni di welfare aziendale già attive quali quelle dell’accoglienza, dell’ascolto e dell’accompagnamento per le lavoratrici e i lavoratori con figli o disabili a carico.


Ultimo aggiornamento: 06/12/17

Esprimi il tuo commento