Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Martedì 28.02.2017 ore 08.54
Sei qui: Home | Pendolari, c'è speranza per il Bologna-Piacenza
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Pendolari, c'è speranza per il Bologna-Piacenza


L'Intercity 583 sulla linea Piacenza-Bologna, che molto interessa ai pendolari di Parma, potrebbe non essere soppresso per sempre da Trenitalia per il 2017.
L'amministratore delegato di Trenitalia, Barbara Morgante, rispondendo ai parlamentari parmigiani Giorgio Pagliari, Patrizia Maestri e Giuseppe Romanini, ha infatti spiegato che la "quasi totalità dei servizi Intercity è inserita nel contratti di servizio stipulato tra Trenitalia e lo Stato. 



La caratteristica dei treni oggetto del contratto è di non essere economicamente sostenibili da parte di Trenitalia e, quindi, lo Stato eroga corrispettivi in coerenza con quanto stabilito nel relativo Piano economico-finanziario, inserito anch'esso nel contratto. Fanno eccezione solo cinque coppie di Intercity (tra cui il 583 e il 590) che vengono tuttora effettuati in regime di mercato da Trenitalia".
 
Questi ultimi treni, continua l'amministratore delegato, "registrano oramai da anni perdite economiche estremamente rilevanti (che ammontano a diversi milioni di euro) e, pertanto, la nostra azienda, non potendo continuare a sostenere l'onere, ne ha previsto la soppressione a partire dal 2017".
 
Tuttavia "in considerazione, comunque, della funzione prevalente dei suddetti collegamenti, rivolta al traffico pendolare, si sta lavorando con il ministero delle Infrastrutture e Trasporti, sensibile al problema, per l'inserimento anche di questi 10 intercity nel nuovo Contratto di Servizio 2017-2026, in fase di definizione finale in queste ore".


Ultimo aggiornamento: 12/01/17

Esprimi il tuo commento