Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Sabato 10.12.2016 ore 04.08
Sei qui: Home | Modena, Ztl: in funzione le telecamere
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Modena, Ztl: in funzione le telecamere


Sabato 15 ottobre scorso a Modena sono entrate in funzione le telecamere del nuovo sistema di controllo elettronico che, oltre alla rilevazione elettronica degli accessi alla Zona a traffico limitato del centro storico (Ztl), garantirà anche la verifica automatica dei transiti in uscita ai varchi.

 
Fase di pre-esercizio senza sanzioni. Dal 15 ottobre al 15 novembre, per un mese, il sistema sarà in fase di pre-esercizio e collaudo e non verranno inviate sanzioni ma una lettera di avviso dell’infrazione avvenuta da parte della Polizia municipale.
Chi commette, quindi, infrazioni circolando nell’area Ztl senza autorizzazione o al di fuori delle fasce orarie previste (per alcune categorie) o transitando nelle corsie riservate, non riceverà una sanzione ma una lettera di avviso dalla Polizia municipale.
 
Il nuovo sistema di controllo. Con il nuovo sistema aumenta la capacità di controllare il rispetto delle norme e dei permessi di ingresso, soprattutto quelli a tempo, contribuendo così a prevenire le infrazioni e a ridurre l’intasamento del traffico nel cuore della città.
Inoltre, il nuovo sistema consentirà di non far scattare la sanzione nei casi in cui l’ingresso in Ztl sia stato palesemente frutto di errore: gli automobilisti che per sbaglio entreranno nell’area a traffico limitato avranno tre minuti di tempo per uscire senza incorrere nella sanzione.
 
L’implementazione del sistema  di controllo elettronico non cambia la regolamentazione degli accessi in Ztl, che rimane quella in vigore fatta eccezione per i trasportatori conto terzi il cui accesso viene ricondotto entro le fasce generali, che per per questa categoria di mezzi (soggette in alcuni casi a specifiche deroghe) sono: dal lunedì al sabato dalle 5 alle 10.30 e dal lunedì al venerdì anche nel pomeriggio dalle 13.30 alle 16.30. 
 
Per effettuare il carico/scarico tali mezzi possono sostare nel rispetto della normativa e segnaletica vigente per un tempo massimo di 30 minuti esponendo il disco orario. L’eventuale violazione sulla sosta non viene rilevata dall’occhio elettronico ma dagli agenti della Polizia municipale.
Novità anche per i motocicli che, come già velocipedi e ciclomotori, vengono derogati dalle limitazioni di accesso e sosta in zona a traffico limitato.
 
Modifica della Zona a traffico limitato e nuovi varchi. La modifica della Ztl prevede l’ingresso nell’area a traffico limitato di via Tre Febbraio, lo spostamento del varco telecontrollato all’incrocio con corso Cavour, il posizionamento di un ulteriore varco di ingresso/uscita all’incrocio tra corso Accademia e corso Canalgrande, e di uno in uscita in via Mascherella.
Altre telecamere sono state posizionate a tutela del sito Unesco in via Emilia centro e in corso Duomo, dove il divieto di transito riguarda tutti i veicoli a motore (pur autorizzati all’accesso in Ztl) compresi ciclomotori e motocicli. Si tratta infatti di corsie riservate esclusivamente a mezzi pubblici, taxi, disabili, mezzi di soccorso e altri soggetti specificamente autorizzati.
 
Modifica alla viabilità di alcune strade del centro storico. Con all’attivazione delle nuove telecamere, sabato 15 ottobre, entra inoltre in funzione una nuova viabilità che interessa alcune strade del centro storico all’interno della Ztl.  Gli agenti della Polizia municipale, sabato 15 ottobre in centro storico, provvederanno a informare i cittadini sulle modalità di funzionamento del nuovo sistema di telecontrollo, sulle modifiche intervenute nella viabilità e sulla fase di pre-esercizio.
 
Le strade e il perimetro interessati dal provvedimento: viale Martiri della Libertà, viale Rimembranze, piazzale Risorgimento Italiano, viale Vittorio Veneto, largo Sant’Agostino (tratto compreso tra Largo Moro e l’accesso al parcheggio), via Berengario, viale Fontanelli (tratto compreso tra via Berengario e corso Cavour), corso Cavour (tratto compreso tra viale Fontanelli e viale Vittorio Emanuele, piazzale D’Aleo e Basile, corso Cavour (tratto compreso tra viale Vittorio Emanuele e corso Canalgrande), corso Canalgrande (tratto compreso tra corso Cavour e via San Giovanni del Cantone), via San Giovanni del Cantone, viale Caduti in Guerra (tratto compreso tra via San Giovanni del Cantone e via Emilia Centro), largo Garibaldi. Tali vie o piazze costituiscono il perimetro della Ztl senza esserne ricomprese all'interno.
 
In particolare, il tratto di via Sgarzeria da via Belle Arti a via Cavour diventa a doppio senso e viene chiuso all’incrocio con quest’ultima (già da venerdì 14 ottobre), piazza San Domenico diventa percorribile a senso unico attorno alla prima striscia di parcheggi e a doppio senso nell’altra, viene istituito il senso unico in via Farini, da largo San Giorgio in direzione via Emilia centro, e viene invertito il senso di marcia nelle vie Santa Margherita con direzione da corso Accademia a via Fonteraso e in via Fonteraso da via Santa Margherita a via Modonella. Quest’ultima, non più accessibile da piazza Roma, diviene a doppio senso nel breve tratto tra via Fonteraso e la piazza, da cui è separata da fittoni lapidei.
Da via Lovoleti, inoltre sarà consentito il transito a senso unico verso piazza Roma con obbligo di svolta a sinistra in direzione via Tre Febbraio.
 
Transito filobus. Da lunedì 17 ottobre riprende il passaggio dei filobus in piazza Roma, anche se più distanti dall’Accademia e con una velocità di percorrenza limitata. 
 


Ultimo aggiornamento: 18/10/16

Esprimi il tuo commento