Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 26.03.2017 ore 09.15
Sei qui: Home | Martedì 17 gennaio al teatro Valli di Reggio il Quartetto di Cremona per il primo concerto del 2017
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Martedì 17 gennaio al teatro Valli di Reggio il Quartetto di Cremona per il primo concerto del 2017


I concerti del 2017 iniziano alla grande al teatro Valli di Reggio: nell'anno dedicato al concorso Premio Paolo Borciani, di cui a giugno si svolgerà l'undicesima edizione, martedì 17 gennaio alle 20.30 si comincia con un concerto del Quartetto di Cremona, con Andrea Lucchesini al pianoforte e Edicson Ruiz al contrabbasso.



Il programma spazierà da Shostakovich (Quartetto n. 7 in fa diesis minore op. 108 D e Quartetto n. 1 in do maggiore op. 49) a Schubert, con il Quintetto in la maggiore D 667 "La Trota": composto nel 1818 (a soli ventun anni) a casa dell'amico Anselm Huettenbrenner, compagno di studi musicali a Vienna, in una delle tante nottate di felice ispirazione, fu pubblicato postumo soltanto nel 1829, divenendo rapidamente uno dei brani più popolari ed eseguiti del compositore viennese.

Shostakovich, invece, fu sempre considerato un outsider: in patria per essere troppo avanguardista, all'estero per non esserlo abbastanza. I due quartetti in programma offrono in tal senso motivi di contrasto: il n.1 più tradizionale e ottimistico, il n.7 più travagliato e formalmente sperimentale.

Il concerto vedrà sul palco il più attivo quartetto d'archi italiano (formato da Cristiano Gualco e Paolo Andreoli al violino, Simone Gramaglia alla viola e Giovanni Scaglione al violoncello), che da sempre porta il nome della città della liuteria ed è testimone di un "fare musica" che affonda le sue radici nella parte migliore della tradizione strumentale italiana.

Con il quartetto ritorna al Valli anche Andrea Lucchesini, tra i maggiori pianisti italiani, che suona in tutto il mondo con le più grandi orchestre. Convinto che la trasmissione del sapere musicale alle giovani generazioni sia un dovere morale, Lucchesini si dedica con passione all'insegnamento (attualmente presso la Scuola di musica di Fiesole, della quale è stato anche direttore artistico dal 2008 al 2016). È inoltre invitato a tenere masterclass presso le più importanti istituzioni musicali europee.

Al contrabbasso ci sarà Edicson Ruiz, venezuelano, formatosi con "El Sistema" di orchestre infantili e giovanili fondato da José Antonio Abreu. Nel 2001 è diventato il più giovane membro dell'Orchestra dell'Accademia della Filarmonica di Berlino.


Ultimo aggiornamento: 17/01/17

Esprimi il tuo commento