Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 23.07.2017 ore 08.37
Sei qui: Home | Mancato sgombero, a breve la decisione sull'archiviazione del sindaco Merola
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Mancato sgombero, a breve la decisione sull'archiviazione del sindaco Merola


Venerdì 13 gennaio è stata discussa davanti al giudice per le indagini preliminari di Bologna Letizio Magliaro la richiesta di archiviazione presentata dalla procura nei confronti del sindaco Virginio Merola, indagato per omissione di atti di ufficio per il mancato sgombero di un immobile occupato abusivamente. Il giudice si è riservato la decisione, che arriverà con ogni probabilità nella prossime settimane.



L'oggetto del contendere riguarda una palazzina di via Mura di Porta Galliera a Bologna, liberata a luglio dopo due anni di occupazione abusiva. L'udienza è arrivata dopo l'opposizione all'archiviazione presentata dall'avvocata Diana Argenio, che assiste il comitato dei residenti da cui partì la denuncia.

Le indagini avevano concluso per l'insussistenza del dolo in capo al sindaco emiliano, che secondo i pubblici ministeri nella valutazione della situazione si era limitato a fidarsi dell'attività degli uffici preposti e dei propri collaboratori. Nei confronti dei 36 occupanti della palazzina, organizzati dal collettivo Social Log, il pm sta procedendo invece con l'accusa di invasione di edifici e disturbo del riposo. 

Nell'udienza di metà gennaio la procura di Bologna ha insistito sulla richiesta di archiviazione ravvisando la carenza dell'elemento psicologico del reato; il legale difensore del sindaco, Vittorio Manes, ha ribadito la richiesta di archiviazione per il suo assistito puntando nuovamente sull'insussistenza del fatto, mentre l'avvocata Argenio ha riproposto i motivi dell'opposizione.


Ultimo aggiornamento: 14/01/17

Esprimi il tuo commento