Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Venerdì 22.09.2017 ore 06.16
Sei qui: Home | Lo ius soli c'è già
2 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo
Giuseppe Caliceti

Lo ius soli c'è già


di Giuseppe Caliceti

C'è già. Giuro. E' così. Lo Ius Culturae, in Italia, c'è già. Anzi, c'è proprio lo Ius Soli. Non ci credete? Eppure è così. Giuro. Da oltre vent'anni. Dove? Nella scuola pubblica italiana. Probabilmente anche in quella privata. Non solo. C'è anche il diritto di voto. Quando il docente chiede ai suoi studenti di prendere una decisione collettiva, il voto di un alunno o uno studente che ha i genitori nati non in Italia, vale esattamente come il voto di un alunno o uno studente figlio di genitori che sono nati in Italia. Per questo, quando vedo che i giornali di centrodestra strumentalizzano il tema dei migranti, quando scrivono che firmando contro lo Ius Soli si fermano gli stupri o altre aberrazioni del genere..... Oppure quando alcuni partiti e politici di centrosinistra fanno retromarcia sullo ius Culturae..... Sì, insomma, a me viene da piangere e da ridere insieme. 
 
Perché in Italia lo Ius Cultura, ripeto, c'è già da decenni. 
Senza bisogno di nessun referendum. Senza bisogno dell'approvazione di nessuna legge. 
Perché da decenni i docenti italiani trattano i loro studenti, nati da genitori italiani o no, nello stesso modo. Con gli stessi doveri, ma anche gli stessi diritti. 
Fanno qualcosa fuorilegge? 
 
No. Non credo proprio. Perché rispettano ciò che c'è scritto sulla Costituzione italiana. 
Perché mettono in pratica l'articolo 3. 
E non solo. 
 
Per questo io e tanti docenti italiani come me, oggi, sfidiamo chi si oppone all'approvazione della legge sullo Ius Soli, per coerenza con le loro idee bacate, a vietare a bambini e ragazzi che hanno genitori non nati in Italia, a non farli entrare nelle nostre scuole, a vietarglielo, a discriminarli, a trattarli diversamente dai bambini e dai ragazzi che hanno genitori nati in Italia. Esattamente come facevano i fascisti con gli ebrei: vietando loro di frequentare le nostre scuole. 
Altrimenti, smettano con le loro polemiche e lascino che, al termine del loro percorso di studi, chi nasce in Italia, anche da genitori non nati in Italia, sia considerato a tutti gli effetti cittadino italiano. 
 
Esattamente come è trattato da decenni nella nostra scuola.
 


  • Condividi:
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Aggiungi a Technorati
  • OKNotizie
20/09/17 h. 23.14
cg dice:

stupro islamico? siamo alla follia... lo ius soli non c'entra nulla.

20/09/17 h. 21.48
adolf dice:

E' sintomatico che questo "formatore" di giovani talenti, figlio del Manifesto e dell'Unità, abbia derubricato la pratica dello stupro islamico ad "aberrazione"...
Come disse quel baluba su FB, "fa male solo all'inizio, poi passa..."

Esprimi il tuo commento