Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Mercoledì 28.06.2017 ore 17.36
Sei qui: Home | La caccia a Igor, 'speriamo finisca'
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

La caccia a Igor, 'speriamo finisca'


Il sindaco di Budrio Giulio Pierini a proposito della tensione che si respira nella Bassa bolognese scossa dalla caccia continua al killer serbo Igor, 41enne da 20 giorni in fuga, ha detto: "Se speravamo in una cattura in tempi più brevi? Sì, lo speravano tutti quanti.



Lo sperava soprattutto la famiglia Fabbri", il 52enne barista ucciso a Riccardina. Ma, ha proseguito il primo cittadino, "c'è un grande sforzo in corso. E noi dobbiamo fare la nostra parte. Ma, allo stesso tempo, chiedere maggiore fermezza da parte della giustizia italiana, maggiore certezza degli iter di espulsione". 
 
Continuano senza sosta le ricerche. Controlli approfonditi nel pomeriggio in un casolare a Marmorta, frazione di Molinella, nella zona in cui da giorni è in corso la caccia a Norbert Feher, serbo di 41 anni accusato degli omicidi del barista Davide Fabbri e della guardia ecologica volontaria Valerio Verri. Le ricerche sono tra le province di Bologna e Ferrara, coordinate dalla caserma dei Carabinieri di Molinella. Nel casolare sarebbe stata trovata una traccia ritenuta utile, forse di un passaggio recente dello straniero latitante. Via Fiume Vecchio, strada che collega Molinella e Marmorta è stata temporaneamente chiusa al traffico, mentre i militari con mimetiche e mitra hanno ispezionato il casolare. Sono stati portati i cani addestrati che avrebbero seguito una scia nei campi. Poi nel casolare è entrato personale del Ris, per rilievi e per repertare materiale. E da Bologna è arrivato anche il Pm titolare dell'indagine, Marco Forte. Non è la prima volta, in questi giorni di ricerche, che i cani fiutano piste promettenti.
 
I controlli si sono indirizzati su alcuni casolari e in particolare in un appartamento in un caseggiato dove risiedono anche alcune famiglie di stranieri. Gli investigatori, forse sulla base di una segnalazione, ritenevano potessero essere uno spunto interessante, ma alla fine i controlli non avrebbero dato esito. Non è chiaro cosa sia stato repertato dal Ris in uno dei luoghi controllati. Durante la serata è ripresa l'attività sistematica di ricerca, proseguita durante la notte.
 
 


Ultimo aggiornamento: 20/04/17

Esprimi il tuo commento