Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Sabato 24.06.2017 ore 17.33
Sei qui: Home | La Francia di Macron
2 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo
Primo Gonzaga

La Francia di Macron


di Primo Gonzaga

Deficit/PIL (in inglese PIL è il GDP) 
 
Sforamento del limite del 3% del deficit/PIL:  Francia batte Italia 9 a 3.  In pratica dalla crisi del 2008 la Francia ha sempre fatto deficit pubblico ben oltre i limiti di Bruxelles. Mentre noi autolesionisti abbiamo applicato diligentemente le regole di Bruxelles.

 
E i numeri dell’Italia



Bilancia Commerciale (Saldo import export di merci).
 
Nei due grafici evidenziamo come il saldo commerciale italiano degli ultimi 5 anni sia sostanzialmente sempre positivo, mentre quello francese sempre drammaticamente negativo. Per evidenziare dove si colloca lo Zero per la Francia, abbiamo dovuto mettere una linea rossa fuori dal grafico.



Non c’è alcuna critica a Macron, solo si evidenzia il punto di partenza dei transalpini. In macroeconomia si va ad intervenire sul reale e si possono utilizzare solo alcune leve . Fino ad ora la Francia è uscita dalla recessione post 2007/8 grazie a fortissime iniezioni di risorse pubbliche, ma la sua industria non è riuscita a invertire il trend import/export. Ora la manovra proposta in fase elettorale da Macron è sostanzialmente simile a quella di Monti per l’Italia. Vedremo sia l’evoluzione economica sia la tenuta della società francese di fronte a un reale cambiamento di politica. La sfida è grande. 
 


  • Condividi:
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Aggiungi a Technorati
  • OKNotizie
13/06/17 h. 19.17
Paolo dice:

D'altra parte Macron è forte di un mandato elettorale notevole, il 32% dei votanti che sono il 49% degli aventi diritto al voto, a loro volta il 60% della popolazione Francese, cioè 6 milioni di persone su 67 milioni! Tutto si può dire, ma non che Macron sappia fare i conti come il povero monti.

13/06/17 h. 16.51
Gilbert Becaud dice:

I francesi si sono bevuti il cervello con Macron.

Que serà, serà.
Mais seront cazzes trés amaires pour eux!

Esprimi il tuo commento