Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 23.07.2017 ore 08.36
Sei qui: Home | L'Emilia è una lunga pista di ghiaccio. Pioggia gelata, raffica di incidenti e cadute
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

L'Emilia è una lunga pista di ghiaccio. Pioggia gelata, raffica di incidenti e cadute


La pioggia gelata caduta nella notte ha ghiacciato le strade emiliane provocando numerosi incidenti, cadute e mandando il traffico in tilt nelle ore di punta.



Numerosi sono stati gli intreventi della polizia, dei vigili del fuoco e delle ambulanze in tutte le città della regione. La situazione più critica, naturalmente, si è verificata nelle prime ore della mattina, migliorando con l'innalzarsi delle temperature. Nel corso della giornata, tuttavia, non sono esclusi altri fenomeni di gelicidio.

A Reggio Emilia. Una sottile pericolosissima lastra di ghiaccio questa mattina venerdì 13 gennaio ha reso molto insidiose le strade del centro storico di Reggio Emilia.

 
Sono stati molti i capitomboli dei genitori impegnati a portare i figli a scuola, magari in bicicletta. Il manto stradale, molto scivoloso, e non salato, ha rappresentato una seria insidia. I problemi si sono verificati appunto per le biciclette, i pedoni, ma anche le auto, incolonnate e bloccate nel traffico cittadino. Tante le segnalazioni di colonne e, fortunatamente, piccoli incidenti che hanno imprigionato le auto lungo tutta la via Emilia: sia in direzione Modena sia in direzione Parma. Per i pendolari che hanno dovuto varcare il Secchia e l'Enza anche due ore di percorrenza per affrontare circa 27 chilometri.
 
Ancora peggio la situazione nella prima collina dove il ghiaccio ha letteralmente glassato il manto stradale rendendo molto problematica la circolazione delle prime ore della mattina.

 
Alcuni degli interventi della polizia di Reggio. A Reggio Emilia impegnate 7 pattuglie della Stradale e tutti su incidenti. Fortunatamente nessuno è grave.
Via Razza di S.Ilario chiusa perché ghiacciata. Operatori del comune stanno operando per salare.
Via S.Agata a Rubiera ghiacciata due pattuglie per incidenti vari e viabilità.
Via Razza di S.ilario più incidenti, ecco perché si è disposta la chiusura.
Via Montessori Reggio è bloccata da auto per ghiaccio. Pattuglia sul posto.
Via del Casinazzo di S.Bartolomeo bloccata. 
Incidente con feriti di Rubiera via S. Agata.
Località Casina strada che collega Pantano auto incidentata con incastrati. Interviene anche unità dei vigili del fuoco di c/monti.
 
Via Montessori di Reggio Emilia è stata chiusa al traffico, causa ghiaccio, per buona parte della mattinata. Gli utenti hanno lasciato in strada i propri mezzi e solo ora abbiamo ultimato lo sgombro e ripristinato la corretta circolazione.

La salatura delle strade a Reggio. L'attività di prevenzione della possibile formazione del "vetroghiaccio" (pioggia ghiacciata), insieme con il monitoraggio della situazione, è iniziata a Reggio Emilia con il dovuto anticipo, con un ingente impiego di uomini, mezzi e quantitativi di sale sparso sulla viabilità cittadina.
Sono stati utilizzati oltre 1.600 i quintali di sale, sono stati attivati ogni giorno 12 spargisale motorizzati e 12 squadre operative, oltre a 8 squadre di rinforzo supportate da ulteriori 6 mezzi.
 
Le operazioni avvengono in un quadro di viabilità ampio e variegato: sono competenza del Comune di Reggio Emilia complessivamente 900 chilometri di strade e 400 chilometri di marciapiedi e ciclabili.
 
E in provincia. Notte e mattinata di intenso lavoro per il Servizio antineve della Provincia di Reggio Emilia per fronteggiare l'ondata di gelicidio annunciata ieri dall'Agenzia regionale di Protezione civile. "Già da ieri pomeriggio, subito dopo l'allerta della Protezione civile, abbiamo mobilitato le 54 ditte appaltatrici e la trentina di sorveglianti e operai stradali che, anche nella notte, hanno monitorato la situazione – spiega il dirigente del Servizio Infrastrutture della Provincia di Reggio Emilia, Valerio  Bussei – Le operazioni di salatura, in particolare, sono iniziate tra la mezzanotte e l'una da parte dei 62 mezzi in dotazione e hanno interessato tutti i 960 chilometri di strade provinciali, sui quali in mattinata la situazione è stata nel complesso soddisfacente tenendo presente la particolarità e l'intensità del fenomeno, estremamente difficile da contrastare soprattutto in alcuni punti".
 

 
A Modena. È iniziata alle 3 di questa notte, tra il 12 e il 13 gennaio, la salatura delle strade del territorio comunale. Undici mezzi sono usciti per salare le strade principali, i sottopassi e i cavalcavia, dove non si riscontrano problemi di ghiaccio, e intorno alle 5 è partita la salatura delle strade secondarie, tutt'ora in corso con 16 spargisale.
 
A Modena. Con le basse temperature della notte, la pioggia cadente si è trasformata immediatamente in ghiaccio con fenomeni di gelicidio rendendo più difficoltosa l'azione del sale sparso dai mezzi e comportando in alcuni tratti la formazione di lastre ghiacciate che hanno provocato incidenti e uscite di strada di mezzi in vari punti della rete urbana, con conseguenti situazioni di traffico rallentato o bloccato. Le più problematiche hanno riguardato la zona di via Cadiane, via Stradella e via Martiniana dove due mezzi spargisale impegnati nell'attività di salatura sono usciti di strada finendo nel fosso e una corriera è rimasta bloccata; la zona di Villanova e Lesignana dove alcuni mezzi sono usciti di strada, la Modena-Sassuolo con strada Cucchiara in cui il traffico è rimasto interrotto per alcune ore; la zona di Cognento con strada Cognento rimasta bloccata per incidente. Chiusa anche via Sant'Onofrio e il ponte dell'Uccellino. Numerose anche le cadute a piedi segnalate. Con l'innalzamento della temperatura e la pioggia delle ultime ore, il ghiaccio si è sciolto quasi ovunque sul territorio e le situazioni di rallentamenti e blocco della viabilità stanno tornando alla normalità.

 
In centro storico la salatura delle strade è avvenuta con quattro spargisale piccoli e dalle 8.30 di questa mattina anche sui  marciapiedi attraverso gli addetti delle cooperative sociali che hanno sparso il sale manualmente. L'intervento di salatura ha riguardato anche i parcheggi delle forze dell'ordine e dei mezzi di soccorso.
 
L'attività di salatura sarà effettuata anche nella notte e tutti i mezzi rimarranno in stato di allerta, pronti a intervenire, anche nei prossimi giorni, fino a mercoledì 18 gennaio, viste le previsioni meteo di basse temperature e possibilità di neve.
 
Sale anche in provincia. I mezzi spargisale sono al lavoro dalla serata di giovedì 12 gennaio  sulla rete delle strade provinciali, attività che si è intensificata  dalle prime ore della mattina di venerdì 13 gennaio.
Gli interventi riguardano soprattutto la zona pedecollinare, tra  Vignola e Savignano, ma anche tra Modena, Nonantola e Bomporto, tra  Carpi e Vignola, a Concordia e nel basso Appennino in particolare tra  Prignano e Polinago, oltre a Zocca e Montese e Sestola; attività che  prosegue per tutta la giornata.
 
A Bologna. In queste ore a causa del fenomeno del “gelicidio/glaze-ice” (pioggia che si gela a terra) si sono verificate diverse situazioni di disagio sulle strade provinciali.
 
In particolare il fenomeno ha interessato la pianura e le zone collinari sotto i 500 metri dove le temperature sono particolarmente basse, nessun problema invece in montagna dove al momento le temperature sono più alte e si è quindi in presenza di “normali” fenomeni piovosi.
Situazioni di pericolo si sono verificate in particolare nelle prime ore della mattina nelle zone di fondovalle, in prossimità di ponti e di zone alberate (a causa dell'ammasso di ghiaccio che dai rami ricade sull'asfalto). Piccoli incidenti sono segnalati in diversi tratti: in particolare sulle Ganzole, Fondovalle Savena, Persicetana, Padullese e Guiglia.

 
I mezzi e il personale della Città metropolitana dalla serata di ieri sono impegnati con salature sui 1.400 chilometri di strade di propria competenza dove in queste ore sono state sparse circa 200 tonnellate di sale.
 In considerazione delle annunciate precipitazioni nevose previste nei prossimi giorni inoltre la Città metropolitana ha predisposto gli interventi per il servizio di sgombero neve.
 
Le forze in campo comprendono:
- 11 spargisale piccoli
- 139 mezzi per sgombero neve (122) e spargimento sale (17)
- 78 uomini.
 
Si richiama inoltre l'attenzione sull’importanza di una costante e precisa manutenzione dei veicoli, con specifico riguardo all’efficienza degli pneumatici nonché al rispetto di quanto prescritto dalla segnaletica esistente, ottemperando all'obbligo di equipaggiare i propri veicoli con gli opportuni mezzi antisdrucciolevoli quali le catene da neve o gli speciali pneumatici da neve anche se tali dispositivi non garantiscono piena efficacia in caso di gelicidio.
 Si raccomanda pertanto particolare prudenza agli automobilisti anche in considerazione del fatto che il fenomeno potrà riattivarsi in serata a causa dell'ulteriore abbassamento delle temperature in concomitanza di fenomeni piovosi e alta pressione.

A Parma. Il Comune: "Nella mattinata odierna, nell'ambito delle attività legate al Piano Anti Ghiaccio, si sono svolte le seguenti attività: alle ore 5 n° 4 mezzi spargisale hanno iniziato lo spargimento sui percorsi nelle strade urbane delle città ed in corrispondenza delle rampe della tangenziale, oltre che negli spazi pubblici e sui marciapiedi. Alle 9 è stata prevista l’attivazione di un ulteriore mezzo spargisale .
Indicativamente le strade su cui si è effettuata l’attività di prevenzione formazione ghiaccio sono state: tangenziale di competenza Comune di Parma, oltre a tutti gli svincoli dell’intera tangenziale; Via Europa; Complanare; strade di grande viabilità; strade extraurbane dei comparti: Sud Est (Budellungo, Bassa dei Folli lubiana Sidoli); Sud ( Vigatto Panocchia Corcagnano Carignano, Montanara ) Sud Ovest (Vicofertile e Vigheffio) Nord Ovest ( Vallazza; Eja; Cornazzano; Baganzola) Nord Est ( Ravadese, Beneceto). Dalle ore 6,00 si è integrata l’attività con n° 4 squadre di operatori manuali per spargere sale nei percorsi pedonali e ciclabili del Centro storico ed Oltretorrente".

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Ultimo aggiornamento: 14/01/17

Esprimi il tuo commento