Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Sabato 24.06.2017 ore 17.34
Sei qui: Home | Il capolavoro di Renzi
8 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo
Nicola Fangareggi

Il capolavoro di Renzi


di Nicola Fangareggi

Con l’elezione di Sergio Mattarella alla presidenza della Repubblica Matteo Renzi ha messo a segno un capolavoro tattico di cui molti non lo ritenevano alla vigilia capace.

I risultati politici sono evidenti.

Nel volgere di una settimana il Pd si è velocemente ricompattato restituendo alla minoranza interna il senso della propria appartenenza e allontanando l’ipotesi della scissione.

Berlusconi è finito all’angolo subendo una clamorosa sconfitta: illusosi di poter esercitare il ruolo del king maker, si è lasciato giocare dal premier e ha dovuto incassare il prezzo di una nuova umiliazione sia da Alfano, sia da Fitto.

Il Movimento 5 Stelle esce a pezzi dal passaggio quirinalizio: si è ulteriormente indebolito nella rappresentanza parlamentare e non è mai riuscito a entrare in campo, giocando una partita confusa e comunque tardiva sui nomi di Prodi e di Bersani. Il forte mandato elettorale del 2013 rimane ancora una volta inespresso e incapace di incidere sul piano dei risultati.

Chi conosce la vicenda politica e umana di Mattarella fatica a immaginarlo nelle vesti dell’erede di Napolitano. La riedizione di un Colle supplente delle carenze parlamentari non sembra verosimile anche dinanzi al varo dell’Italicum, che di fatto assegna all’elettorato la scelta del governo.

Renzi ha dimostrato ancora una volta spregiudicatezza e abilità persino cinica. La velocità con cui cambia schema di gioco è la chiave del suo successo. L’Italia è un paese frammentato, sfiduciato e in grave sofferenza sociale. Le ambizioni del giovane fiorentino dovranno tuttavia misurarsi presto sul piano dei risultati. La partita si gioca sull’economia: crescita, occupazione, reddito, tenuta dei conti, la vita quotidiana. Gli italiani hanno scritto nel dna la periodica fiducia nell’Uomo del Destino. Ma sono anche il popolo delle rapide e talvolta tragiche disillusioni.      

* * *

1) Romanzo Quirinale - Underdog Castagnetti

2) Romanzo Quirinale - Morte naturale

3) Romanzo Quirinale - Manuale del Sabotatore

4) Romanzo Quirinale - Veltroni, PLC, GDR

5) Romanzo Quirinale - Un Colle per Graziano

6) Romanzo Quirinale - Obbedienza e sgarro


  • Condividi:
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Aggiungi a Technorati
  • OKNotizie
01/02/15 h. 19.03
nonnapapera dice:

pAspettavamo il passaggio del cadavere della II repubblica...e abbiamo visto arrivare nuotando l'arzillo corpo della prima con Vendola che dirigeva gli applausi degli Human Factor o Fatti....ma

01/02/15 h. 17.31
Dino Angelini dice:

La famosa tappa dello Stenvio in cui Hinault beffò tutti gli avversari! --> "Importante fu la strategia della Renault-Elf diretta da Cyrille Guimard, che quel giorno mandò in fuga il luogotenente di Hinault, Jean-René Bernaudeau, con il compito ? poi svolto ottimamente ? di staccare gli altri fuggitivi, attendere il capitano e scortarlo fino al traguardo di Sondrio. La vittoria di tappa venne lasciata a Bernaudeau, e i due diedero al traguardo più di 4 minuti ai primi inseguitori, fra i quali la maglia rosa Panizza. La maglia rosa così passò ad Hinault, che la portò fino a Milano".
Una metafora di ciò che è accaduto ieri?

31/01/15 h. 23.18
Cogito dice:

Condivido "mah".É poi evidente che Bersani e Bindi si sono presi una parziale rivincita su Renzi.

31/01/15 h. 22.58
commento dice:

Perde la sinistra e la destra. Grandiosa vittoria del monocolore democristiano!!

31/01/15 h. 17.57
mah dice:

Sentito il fuori onda di Toti? E se fosse tutto un teatrino? I due compari sono capaci di far scena...

31/01/15 h. 17.50
Francesco Rossi dice:

Io credo invece che sia stata una grande sconfitta, dopo essere stati "ingessati" con l'operazione Aemilia, il nostro sottosegretario in odore di avviso di garanzia ha seppellito l'ascia di guerra e la coppia del gol si è dovuta sedere al volere della sinistra del Cav. De Benedetti ed accettare la candidatura di Mattarella tradendo il Cavaliere. Il tempo sarà galantuomo.....

31/01/15 h. 17.24
i grillini inesistenti... dice:

imabarazzanti, inconsistenti, inesistenti what else? un voto ai 5 stelle è un voto dato al cesso!
Quelli che dovevano aprire il parlamento come una scatola di tonno... Sono stati aperti e non scrivo in quale parte...

31/01/15 h. 16.02
deluso dice:

Più che un capolavoro renziano è un capolavoro di Bruxelles che ha rimesso in piedi la DC per tenerci meglio controllati e non farci finire su posizioni pericolose per l'Euro, come la Grecia di Tsipras.

Esprimi il tuo commento