Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Venerdì 21.07.2017 ore 06.58
Sei qui: Home | Fondi europei, in Emilia-Romagna un programma da più di un miliardo di euro in cinque anni
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Fondi europei, in Emilia-Romagna un programma da più di un miliardo di euro in cinque anni


Un miliardo di euro di investimenti pubblico-privati, di cui 383,2 milioni da risorse europee, per 3.943 progetti (di cui 191 pubblici e 3.752 di impresa) certificati dall'Ue che hanno creato occupazione, riqualificato il territorio, migliorato l’ambiente e generato un significativo investimento pubblico-privato in settori strategici per l’economia regionale.



Sono questi i numeri principali del Programma operativo Fesr 2007-2013, che si chiuderà entro il prossimo 31 marzo, secondo i tempi previsti dalla Commissione e i cui risultati sono stati illustrati nel corso del comitato di sorveglianza di venerdì 17 marzo.

La Commissione europea, ha spiegato la Regione, “ha espresso una valutazione molto positiva dei risultati raggiunti dall'Emilia-Romagna nella programmazione 2007-2013, tenendo anche conto dei fattori esterni come la crisi economica e il sisma del 2012, risultati che hanno permesso di chiudere il programma con un raggiungimento degli obiettivi, in particolare quelli legati a ricerca e innovazione (tecnopoli, nuovi ricercatori assunti, progetti di ricerca). La strategia intrapresa si è dimostrata vincente ed è stata anche riconfermata nell’attuale programmazione (2014-2020), con una visione a medio e lungo termine che si sta dimostrando vincente”.

Sono stati oltre 112 i milioni di contributo Por Fesr, cui si sono aggiunti 73 milioni investiti da università e centri di ricerca e quasi 9 milioni provenienti dagli enti locali, per un totale di 194 milioni, con i quali sono stati finanziati i 10 tecnopoli - dislocati su 20 sedi - e i programmi di ricerca industriale degli 82 laboratori e dei 14 centri per l'innovazione della Rete regionale dell’alta tecnologia. Dal 2010 al 2014 sono stati sottoscritti 1.679 contratti di ricerca tra laboratori e imprese, per un valore di 124 milioni.

Sono stati invece oltre 110 i milioni per innovare le imprese: la Regione Emilia-Romagna ha destinato circa il 22% delle risorse allo sviluppo innovativo delle imprese come elemento chiave per incrementare la competitività del sistema industriale e territoriale.

Sono stati così finanziati 1.037 progetti di impresa per lo sviluppo dell’Ict, 328 progetti di imprese organizzate in rete, 91 progetti di nuove imprese e 48 progetti di sostegno alle imprese che esercitano l’attività di proiezione cinematografica.

Nell’ambito della programmazione Fesr 2007-2013, la Regione ha investito 69 milioni in progetti innovativi nel campo delle tecnologie energetico-ambientali, nella promozione della green economy, nella riqualificazione di aree industriali, in progetti pilota di mobilità e logistica di merci e persone.

Tra gli interventi, ha ricoperto un ruolo determinante il finanziamento delle 11 Apea, le Aree produttive ecologicamente attrezzate, progettate per favorire il risparmio energetico, l’utilizzo delle fonti rinnovabili, l’uso efficiente delle risorse nell’ottica della riduzione delle emissioni inquinanti.

Oltre il 18% delle risorse totali del programma operativo, pari a circa 95 milioni, è stato destinato a interventi di qualificazione e promozione integrata del territorio. Con oltre 37 milioni sono stati finanziati 36 progetti pubblici per restituire alle comunità e ai turisti opere e luoghi di città e piccoli comuni, favorendo nuove opportunità di crescita e di sviluppo.

Le altre risorse hanno sostenuto 262 progetti d’impresa per la valorizzazione dell’offerta turistica e 53 progetti di promozione integrata del territorio.


Ultimo aggiornamento: 21/03/17

Esprimi il tuo commento