Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Sabato 03.12.2016 ore 10.35
Sei qui: Home | Firme false sulle liste alle comunali del 2014, in 300 nei guai
2 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Firme false sulle liste alle comunali del 2014, in 300 nei guai


Dopo i casi di firme false o irregolari scoppiati a Palermo e a Bologna, la vicenda sembra coinvolgere anche Reggio Emilia.



E' quanto riporta la Gazzetta di Reggio che scrive di una inchiesta relativa alla autenticità delle liste presentate alla tornata elettorale del 2014, elezioni comunali. L'indagine è condotta dal pm Giulia Stignani dopo la denuncia presentata della commissione elettorale due anni fa. 
 
Nelle indagini sulle presunte irregolarità sarebbero coinvolte gran parte delle 19 liste presentate e che furono a sostegno di 8 candidati sindaci, il successo elettorale andò poi al sindaco attuale Luca Vecchi supportato da sette liste.
 
Tra i vari casi in corso di verifica vi sarebbe chi avrebbe firmato più volte per la stessa lista, un foglio in bianco, senza alcuna firma, ma già autenticato, e pure l'autografo di un morto. E il pm Giulia Stignani avrebbe già notificato a circa 300 persone un decreto penale che prevede una contravvenzione da 200 euro.  
 


Ultimo aggiornamento: 01/12/16

01/12/16 h. 13.01
Antigelo dice:

Sono proprio curioso di sapere quali saranno le liste coinvolte....ma tanto!

01/12/16 h. 11.39
Mario Guidetti - Tavolo Hemingway dice:

ad un senso di disgusto, contrapponiamo una idea/proposta: "evitiamo la raccolta delle firme per presentare una lista - ammettiamole tutte - è vero, potremmo avere schede/lenzuola" con liste anche fantasiose (esempio: w i ciocabèch) ma sarebbe democrazia vera - saranno poi gli elettori che premieranno o meno chi si candida"

Esprimi il tuo commento