Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 23.07.2017 ore 08.42
Sei qui: Home | Festival Mundus, martedì 18 luglio a Reggio il mandolinista brasiliano Hamilton De Holanda
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Festival Mundus, martedì 18 luglio a Reggio il mandolinista brasiliano Hamilton De Holanda


Martedì 18 luglio alle 21.30 (ingresso libero) in piazza Prampolini a Reggio nuovo appuntamento della ventiduesima edizione del Festival Mundus, la rassegna musicale organizzata da Ater – Associazione Teatrale Emilia-Romagna in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e i Comuni partecipanti: a salire sul palco, questa volta, sarà il celebre musicista brasiliano Hamilton de Holanda assieme alla sua Orquestra per il concerto “Baile do Almeidinha”.



Assieme a De Holanda (mandolino a 10 corde e voce) si esibiranno i musicisti Guto Wirti (contrabbasso e voce), Marcelo Caldi (fisarmonica e voce), Thiago de Serrinha (percussioni e voce), Rafael dos Anjos (chitarra e voce), Edurado Neves (sassofono, flauto e voce), Aquiles Moraes (tromba) e Xande Figueiredo (batteria).

Hamilton de Holanda & Baile do Almeidinha è un progetto che recupera un ballo tradizionale di un quartiere storico di Rio de Janeiro, la Gafieira. È un ballo in grado di catturare i colori, i movimenti, l’allegria e la luce dello spirito della città. Da quattro anni questo concerto da ballo è diventato la più importante festa musicale dal vivo di Rio de Janeiro.

De Holanda si esibisce una volta al mese al Circo Voador, locale leggendario del quartiere Lapa. Ma il Baile de Almeidinha si è esibito anche in tutto il Brasile e in Europa, al Montreux Jazz Festival e al Mimo Portugal. Il cd, acclamato da pubblico e critica, è uscito nel 2015 in Brasile e in Germania (Mps) ed è stato nominato per i Latin Grammy Awards.

Degno successore dei grandi mandolinisti Jacob do Bandolim, Joël Nascimento e Armandinho Macedo, Hamilton de Holanda – classe 1976 – sta rivoluzionando lo strumento emblematico dello choro, il mandolino, al quale ha aggiunto una quinta doppia corda (portando il loro numero da otto a dieci) e sul quale ha sviluppato una polifonia completa, soprattutto in solo, e un'espressività sonora e percussiva arricchite dalla sua inesauribile carica inventiva e dal suo suono potente e preciso.


Ultimo aggiornamento: 17/07/17

Esprimi il tuo commento