Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Sabato 03.12.2016 ore 10.34
Sei qui: Home | Fatture false nel Reggiano, sequestri a imprenditore
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Fatture false nel Reggiano, sequestri a imprenditore


La Guardia di Finanza di Cesenatico ha eseguito un decreto di sequestro preventivo per equivalente di disponibilità finanziarie per 180.000 euro ad un imprenditore cinese, in quanto riconducibili ad attività illecita di frode fiscale.



Il provvedimento, emesso dal pm di Forlì Sara Posa e convalidato dal gip Giorgio Di Giorgio, è stato richiesto con urgenza quando le Fiamme gialle, nel corso di una verifica fiscale nei confronti dell'imprenditore, gestore di un laboratorio di produzione di borse a San Mauro Pascoli, si sono accorte dell'intento di esportare nel suo Paese i capitali che aveva in banca.
 
Precedenti controlli avevano mostrato che l'uomo poteva essere l'utilizzatore di fatture false emesse da altri cinesi che operano nel Reggiano. L'imprenditore aveva utilizzato, dal 2012 al 2016, fatture relative a lavori di confezionamento di borse di due ditte di Reggio Emilia, per circa 400.000 euro, mai eseguiti. Le imprese reggiane erano chiuse già da alcuni anni e non vi era traccia di alcun pagamento.
 


Ultimo aggiornamento: 02/12/16

Esprimi il tuo commento