Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 26.03.2017 ore 09.20
Sei qui: Home | Emilia, crollano le tessere del Pd. Erano 76mila nel 2013, mentre oggi sono 37mila
4 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Emilia, crollano le tessere del Pd. Erano 76mila nel 2013, mentre oggi sono 37mila


Nella regione storicamente rossa, la roccaforte della sinistra, l'Emilia Romagna, in tre anni gli iscritti al partito sono dimezzati. E passano così dai 76mila del 2013 ai 37mila del dicembre 2016.

 
Il 2013 fu l'anno in cui 101 elettori impallinarono Romano Prodi stoppato nell'ascesa al Quirinale. I militanti non la perdonarono, però ancora reggevano. Il dato è parziale, non ancora definitivo. Ma il trend era evidente dal 2014 quando nel fortino emiliano si passò da 76mila a 57mila. Nel 2015, poi, scesero a 48mila. Nel 2016, appunto, il contatore online del Pd regionale è per ora fermo a 37mila.
 
Per il segretario regionale Paolo Calvano: "Siamo comunque circa all'80% del tesseramento a metà dicembre, a circa tre mesi dalla chiusura. Aspetto la fine della campagna per commentare".
 
Il vicesegretario nazionale Lorenzo Guerini spiega che quando si tireranno le somme gli iscritti saranno meno 10% rispetto ai 370mila del 2015. Poi parla dei luoghi in cui il partito dimostra di tenere. Come in Toscana, con oltre 40 mila iscritti, in linea con l'andamento tradizionale. 
 


Ultimo aggiornamento: 14/01/17

16/01/17 h. 10.32
@antitaliano dice:

Purtroppo per te parli senza sapere. L'Emilia Romagna era record in Italia, il doppio di iscritti delle altre regioni e almeno un terzo di volontari della milizia in più. Molto di più di una semplice necessità e molto di più del semplice conformismo. L'Emilia e la Romagna erano regioni nere, in attesa di diventare rosse. E' la storia di una generazione che ha scoperto, fra le prime e fra le più generose e forse ingenue, la partecipazione. Anche se tale partecipazione non era esattamente demografica.

13/01/17 h. 14.47
Crudelia dice:

I 101 sono ancora fra i vertici del PD, anche locale....magari qualche domandina farsela mai vero?!?

13/01/17 h. 13.11
Antitaliano dice:

Come no, e nel '39 gli iscritti alle organizzazione del PNF in Emilia erano il 99% dei residenti. Earl,sei un vero genio: mi chiedo come mai tu non sia nel think tank del PD.

13/01/17 h. 9.55
The Earl of Mercia dice:

Nel gennaio 1944 gli iscritti al Partito Fascista Repubblicano in Emilia Romagna ammontavano a 70 mila circa. Regione record in Italia. Due anni dopo, raggiungeva tale cifra il PCI. Ora, il calo demografico.

Esprimi il tuo commento