Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Sabato 03.12.2016 ore 10.37
Sei qui: Home | Del Bue: "A Reggio assessori e consiglieri del Pd per il "No" e contro Renzi"
3 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Del Bue: "A Reggio assessori e consiglieri del Pd per il "No" e contro Renzi"


Mentre si avvicina sempre di più l'appuntamento di domenica 4 dicembre, non accenna a placarsi la tensione della campagna elettorale in vista del referendum costituzionale, anche all'interno dello stesso Partito Democratico: l'ultima polemica è arrivata via Facebook dall'ex assessore allo sport del Comune di Reggio Mauro Del Bue, deciso sostenitore del "Sì", che ha puntato il dito contro alcuni degli attuali eletti del Pd in sala del Tricolore chiamando in causa anche lo stesso sindaco Luca Vecchi.



"Sto pensando che mentre io giro l'Italia, anche a spese mie, per propagandare le ragioni del "Sì", a Reggio ci sono assessori del Pd e consiglieri comunali che fanno campagna per il "No", nonostante il segretario del loro partito sia il presidente del consiglio che si gioca tutto, la stessa sopravvivenza del governo. Accipicchia, signor sindaco di Reggio...", ha scritto Del Bue sulla sua bacheca.


Ultimo aggiornamento: 29/11/16

29/11/16 h. 11.55
e da notare che... dice:

Il 'fascino discreto (o meglio irresistibile) della borghesia' questi qui lo subiscono tutti a piene mani. D'altra parte nel voto per il NO si sono apparentati a Berlusconi. Il cerchio si chiude.

28/11/16 h. 19.10
Alle Notarie va in onda la sinistra imbarazzante. da non crederci... dice:

Sassi
De Franco
Tutino
Mora
Silvia Prodi

ma sti paladini della sinistra e dei lavoratori dove hanno scelto di fare l'incontro pubblico? In fabbrica? in un circolo sociale? alla bocciofila?

no, ALLE NOTARIE..... da non credere!!!


Rendersi più ridicoli e non credibili di così era impossibile...

28/11/16 h. 18.16
Vecchi dal giorno alla notte dice:

Il sindaco Vecchi era diventato renziano nello spazio di tempo di una notte.... non mi meraviglio che sul referendum adesso traballi e si barcameni, il suo intento primario è tenere stretta la poltrona e dichiararsi per il SI o per il NO adesso comporta dei rischi. Perfino DelRio mal definito braccio destro di Renzi, passò notti insonni prima di schierarsi con il Matteo e chi mi dice che adesso non gufi... Che altri consiglieri adesso facciano il doppio gioco rientra nelle caratteristiche dei personaggi. Non sarebbe la prima volta.

Esprimi il tuo commento