Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 20.08.2017 ore 04.03
Sei qui: Home | Camst, 3 licenziati: sciopero. Sindacati: noi all'oscuro. La coop: sapevano
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Camst, 3 licenziati: sciopero. Sindacati: noi all'oscuro. La coop: sapevano


Sciopero alla Camst di Villanova di Castenaso per 200 lavoratori. Il colosso cooperativo della ristorazione ha annunciato il licenziamento di tre dipendenti impiegati nella sede, la scelta, spiega la cooperativa, è dettata dall’esternalizzazione del servizio. Il taglio è stato segnalato dai "lavoratori interessati che si sono visti recapitare una lettera di intenzione di risoluzione del rapporto di lavoro".


 
Così Filcams-Cgil e Fisascat-Cisl, dopo un'assemblea sindacale, hanno deciso di proclamare per venerdì 17 un’ora di sciopero, dalle 10 alle 11.
 
Spiegano i sindacati: "A differenza quindi di altre importanti operazioni societarie avvenute negli ultimi mesi dove l’azienda ha attivato le consuete e consolidate procedure che prevedono il confronto preventivo con le organizzazioni sindacali e la piena tutela occupazionale in termini qualitativi e quantitativi, Camst, in questa occasione, a discapito delle ricadute sui lavoratori coinvolti, non ha ritenuto opportuno il confronto sindacale".
 
La cooperativa ha invece replicato: "Camst ha sempre intrattenuto un dialogo costruttivo con i sindacati, nell’interesse dei lavoratori in primis. In relazione alla decisione di esternalizzare i servizi di una funzione aziendale (riferita alle attività informatiche) che coinvolge tre lavoratori, Camst s’impegna a garantire un’offerta occupazionale nelle sedi opportune, che rispetti le competenze maturate e di pari valore retributivo. Il sindacato è a conoscenza di queste informazioni da due settimane".
 


Ultimo aggiornamento: 17/02/17

Esprimi il tuo commento