Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 23.07.2017 ore 08.38
Sei qui: Home | Bologna. 69enne morì dopo una caduta dal letto in ospedale, a processo il medico di guardia
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Bologna. 69enne morì dopo una caduta dal letto in ospedale, a processo il medico di guardia


Un medico dell'ospedale Sant'Orsola di Bologna è finito a processo con l'accusa di omicidio colposo per la morte di una donna di 69 anni di nazionalità marocchina deceduta il primo giugno del 2012 in seguito a una caduta dal letto.



La donna, ricoverata per una riabilitazione, scivolò da un letto senza sponde battendo la testa. La figlia, arrivata in ospedale la mattina seguente, sentita come testimone in aula ha raccontato al giudice come durante la giornata la madre non riuscisse a tenere in mano alcuni oggetti perché tremava, lamentando inoltre un forte mal di testa.

La notte successiva la 69enne entrò in coma e morì all'ospedale Bellaria, dove nel frattempo era stata trasferita. L'inchiesta è nata proprio da un esposto della figlia della donna, assistita dall'avvocato Simone Sabattini e ora parte civile nel dibattimento.

Il medico che era di guardia nel reparto di fisiatria quella notte, difeso dall'avvocato Pietro Giampaolo, è accusato di non aver seguito le linee guida, che nei casi di pazienti caduti dal letto prescrivono di sottoporre il paziente a due tac, una dopo 6 ore e una dopo 24 ore dalla caduta. 


Ultimo aggiornamento: 13/01/17

Esprimi il tuo commento