Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Venerdì 22.09.2017 ore 02.53
Sei qui: Home | "Open, studi aperti". Il weekend degli architetti funziona
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

"Open, studi aperti". Il weekend degli architetti funziona


La curiosità, la varietà della proposta, l'accoglienza e il contesto – uniti ad un fine settimana con temperature decisamente estive – hanno reso l'iniziativa “Open! Studi Aperti” un successo di partecipazione e soprattutto un'occasione per avvicinare gli architetti alle persone.



Era questo, infatti, il vero obiettivo della manifestazione che, su scala nazionale, ha portato centinaia di studi di architettura ad aprirsi al pubblico, per raccontarsi e presentare la propria attività, nel weekend appena trascorso tra venerdì 26 e sabato 27 maggio.
Nella provincia di Reggio sono stati 21 gli studi che hanno deciso di aderire all'iniziativa, proponendo un cartellone di eventi davvero interessante, con protagonista assoluta l'architettura nelle sue molteplici espressioni e l'architetto quale interprete del cambiamento nel segno della bellezza.
 
“Come Ordine degli Architetti siamo davvero soddisfatti della riuscita dell'iniziativa – ha commentato il presidente Andrea Rinaldi – e crediamo che questa sia la strada giusta da intraprendere per avvicinare la figura dell'architetto alle persone. Una strada fatta di condivisione e di conoscenza reciproca, collaborazione e interazione proficua. Ringrazio quindi le persone che hanno partecipato alle varie iniziative e gli studi che hanno aperto le loro porte, convinto che questa sarà la prima di molte iniziative simili”.
 
Tra i tanti eventi, ricordiamo la mostra fotografica di Laboratorio di Architettura, attraverso la quale lo studio di via Porta Brennone ha voluto declinare i molti punti di vista che riguardano lo spazio che viviamo. 
O ancora gli architetti correggesi che, ottenendo anche il patrocinio del Comune, hanno accolto oltre 100 ospiti nell'edificio industriale ex Gianco, proponendo un percorso architettonico fatto di mappe interattive e di video che raccontano la storia di un edificio storico.
In centro storico molte le persone che hanno assistito alle ‘conversazioni in cortile’ a più voci in merito a ricerche, proposte e progetti di architettura storica, proposte dallo Studio Manenti Valli. 
 
Apprezzati anche il progetto fotografico dedicato alla luce, proposto dagli architetti Ingrid Fontanili e Nicola Morini, mostra che rimarrà esposta in studio per essere visionata ancora, e la visita interattiva sul cantiere di Palazzo Panciroli-Trivelli organizzato da GMRT Associati.
Così come tante e positive sono state le risposte alle proposte degli studi reggiani  Andrea Oliva Architetto, Arteas Progetti, Bparchitects, Ccdp, Dieci+Quattro Architettura, Iotti + Pavarani Architetti, Marzia Zamboni Architetto, Zamboni Associati Architettura, Nat Office, Ufficio Progetti, Architetti Bertani & Vezzali.
Senza dimenticare che in giro per la Provincia hanno aperto i loro studi, con un'ottima risposta, anche Monica Cavalletti architetto + Gianluca Togninelli a Castelnovo Monti, lo Studio D’amico Architettura a Castellarano, Scalagrafica a Rubiera e lo Studio Ferrari Architettura in via Ferrari a Sant'Ilario.


Ultimo aggiornamento: 30/05/17

Esprimi il tuo commento