Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Sabato 19.04.2014 ore 17.40
19 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Mov5Stelle, spunta Guido Barilla come candidato premier. Ma Grillo smentisce: non è lui


Lunedì 30 luglio
"Guido Barilla non è candidato per il M5S, né mai lo è stato". Parola di Beppe Grillo, che in uno dei suoi post sull'omonimo blog ha negato, con un post scriptum al "Passaparola" del generale Fabio Mini dal titolo "La guerra di Nintendo", che l'imprenditore parmigiano Guido Barilla sia il candidato del Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni politiche. Ancora una volta una collocazione volutamente low profile per la replica a un'indiscrezione di stampa, per una questione tuttavia certamente di non secondaria importanza.

Domenica 29 luglio
Qualche settimana fa, era il 29 giugno, il leader Beppe Grillo aveva ufficializzato la "discesa in campo" del MoVimento 5 Stelle alle prossime elezioni politiche, qualunque fosse stata la legge elettorale in vigore in quel momento e, come la storia del movimento insegna, senza alcuna alleanza con i partiti. I candidati saranno votati in rete, strumento che rimarrà centrale durante tutto il mandato elettorale sia come supporto agli eletti che come garanzia del rispetto del programma grillino; ma per la candidatura a premier, secondo un'indiscrezione riportata dal sito Dagospia, Grillo starebbe pensando all'imprenditore parmigiano Guido Barilla, presidente dell'omonima multinazionale della pasta con sede a Parma.



A fine giugno, dalle pagine del suo blog, Grillo aveva scritto che "le elezioni si possono vincere o perdere, in realtà in Italia si pareggiano da sempre, sono elezioni truccate. Vincono tutti, si spartiscono rimborsi elettorali, testate giornalistiche, canali televisivi, banche, concessionari. Tutto. Il MoVimento 5 Stelle partecipa per vincere e vincerà in ogni caso. Sia nel caso straordinario che venga chiamato a responsabilità di governo sia che, come forza di opposizione, faccia da sentinella per i cittadini".



Le eventuali "responsabilità di governo", sempre stando a Dagospia, sarebbero dunque nel caso affidate all'esponente della famiglia Barilla, di nuovo in ottimi rapporti col Movimento dopo l'elezione a sindaco di Parma del primo cittadino grillino Federico Pizzarotti, che solo pochi giorni fa ha fatto visita allo stabilimento dell'azienda alimentare a Pedrignano per essere accolto dai tre fratelli Guido, Luca e Paolo Barilla. La trattativa per la candidatura, naturalmente, sarebbe affidata alla mente del Movimento, Gianroberto Casaleggio.


Ultimo aggiornamento: 31/07/12

  • Condividi:
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Aggiungi a Technorati
  • OKNotizie
31/07/12 h. 11.45
chris dice:

mah credo che tu abbia detto molto anzi direi tutto...dopo il 93 se ti ricordi io non ho le date fisse bene in mente ma negli anni 90 mi pare di ricordare che dopo grillo fu il momento della satira fascista del bagaglino e si guardava rimpiangendo grillo poi la satira blanda ma più plluralista di zelig in cui molti protagonisti imitavano grillo senza nasconderlo e a lui si rifacevano alcuni addirittura alzando il tono della voce per parlare acuto come grillo...grillo è rimazto il mito della satira economico-politica italiana e non è vero che non ci è più stato perchè io che di sicuro non seguo grillo che mi ha sempre fatto cagare anceh quando faceva gli spettacoli con baudo l'ho visto e sentito in immagini di repertorio sia sulla rai che su mediaset...cioè diciamo così gli italiani son stati inculati dalla "satira da salotto" (cito marilena nardi come madrina di st'espressione) e il prossimo presidente sarà un comico

31/07/12 h. 11.30
Grillo e la TV dice:

Sfatiamo qualche mito
Grillo fece una battuta sui socialisti che rubavano nel 1986 durante una puntata di fantastico, la cosa non fu presa bene e si fece un po' di purgatorio.
Ma poi riapparve in TV nel 1988 e nel 1989 come ospite speciale al Festival di Sanremo (non proprio una trasmissione clandestina) dove disse che non gli interessava fare più battute sui politici perché non contavano più nulla. Cominciò così a fare satira dell'economia politica.
Nel 1993 fece due show in prima serata sulla RAI dove attaccò le grandi imprese: FIAT, Enimont, SIP ecc.
Dopo di che decise di non andare più in TV anche per darsi un'aura da martire.

31/07/12 h. 11.22
chris dice:

ma "?" a quale fantasma ti riferisci? perche il più famoso del mediterraneo ci si è appena palesato indicandovi una via

31/07/12 h. 10.55
chris dice:

caro emilio franceschini grazie dell'anarcoide ma il mio giudizio (e vorrei sottolineare il termine giudizio cioè io li giudico tutti alla stessa maniera) sui grillini l'ho già espresso in una domanda nel primo commento dunque non mi meraviglio per una frase senza senso detta da uno di loro...
bello anche il pensiero di fangareggi quando dice che il mito della sgerarchizzazione del partito movimento 5 stelle (che abbreviato m5s mi ricorda molto l'msi) sarà presto sfatato
yo!!!

31/07/12 h. 8.38
? dice:

Sorry
io i fantasmi non riesco a vederli... peccato, mi piacerebbe

quando lo vedi salutalo da parte mia

31/07/12 h. 1.16
emilio franceschini dice:

@italo: guarda, lo seguo da tempo e christian mi sembra tutto meno che un elettore di uno qualsiasi tra a, b e c. mi pare decisamente più anarcoide. può essere buffo, ma di sicuro non è un pappagallo di partito, come spesso sembrano i seguaci di grillo quando ripetono pedissequamente anche le contraddizioni del loro "leader spirituale".
so che non hai bisogno di avvocati chris, ma questa mi sembrava ingenerosa :)

30/07/12 h. 23.47
Italo dice:

Grillo fu cacciato dalla Rai nel 1986 perchè disse che i socialisti rubavano. Grillo adesso lo rincorrono e lo intervistano perchè il M5S è l'unica novità sulla scena politica da 15 anni a questa parte. Cmq in TV si continuano a vedere quotidianamente i soliti ABC, che ci raccontano le loro balle, alle quali "Chris" sembra continui a credere:
poi i coglioni sarebbero i Grillini...

30/07/12 h. 20.28
nf dice:

Abbiamo raccolto una voce citandone la fonte. È il signor Enrico-senza-cognome qui sotto che la giudica "insinuazione". Lo stesso Grillo, commentandola oggi, non ha usato i toni pesanti che gli sono abituali. Con l'arrivo delle elezioni politiche prevedo qualche deroga al mito della de-gerarchizzazione del movimento 5 stelle. E credo che nessuno se ne dovrà scandalizzare perché un conto è eleggere qualche consigliere comunale, altro è provare a governare l'Italia.

30/07/12 h. 19.47
Enrico dice:

è una notizia questa? è solo un'insinuazione priva di fondamento e senso e chiunque con un po di sale in zucca lo capisce chiaramente dalla frase: "...secondo un'indiscrezione riportata dal sito Dagospia, Grillo starebbe pensando all'imprenditore parmigiano..."
l'idea di trovare volontariamente un leader nel m5s è del tutto fuori dagli schemi del movimento inoltre grillo accusa la presenza di metalli pesanti in alcuni prodotti alimentari della barilla e di altre ditte. ci sarebbe un po troppo controsenso anche per beppe.
complimenti direttore, fino a poco tempo fa in un suo articolo si lamentava della presenza di troppi giornalisti improvvisati, però vedo che anche lei stavolta non scherza affatto.

30/07/12 h. 19.15
chris dice:

si ciao bèllo! grillo è sempre in tv o lui o il suo fantasma e in tv qualsiasi cosa si mostri o si parli si paga dunque qualcuno o qualcosa paga la sua presenza...perchè non ci vai tu in tv e vedi cosa ti chiedono?

30/07/12 h. 15.45
? dice:

é dai tempi del primo Craxi che Grillo non va in tv

30/07/12 h. 15.04
Davide dice:

Che grande cavolata!

30/07/12 h. 14.47
chris dice:

si può dire che chi ha votato o pensa di votare beppe grillo è un idiota?
per me si: chi non capisce le balle della tv e le multinazionali non capisce un cazzo.
chi ha pagato per anni le stronzate di grillo alla tv? gli sponsors e chi sono gli sponsors dellla tv? le multinazionali in combutta con le banche...grillo è un burattino sfruttato dalle banche e le multi per sgratolare l'elettorato della sinstra italiana...e chi non lo capisce è un povero derelitto

30/07/12 h. 13.49
chissà quanti click dice:

avrà ricevuto questo sito, ma anche Dagospia, per questo articoletto fantastico (ma proprio fantasciendifigo).

p.s. ma avete letto questi qua sotto? ma ci credono davvero a quello che scrivono?

30/07/12 h. 13.39
Per non sbagliare dice:

Da oggi e fino a che non smentisce, compro solo la pasta di Libera e di Don Ciotti. Che finanziare dei partiti a tradimento non mi interessa.

30/07/12 h. 13.06
Lorenzo secondo (il primo manca) dice:

Allora va bene anche Berlusconi!
Come volevasi dimostrare!

30/07/12 h. 11.54
marcov dice:

Dai, è uno scherzo, non può essere vero.

30/07/12 h. 10.15
Der Baron dice:

Un altro padrone. Un altro esponente di quella borghesia parassitaria italiana che ha mandato a puttane il tessuto industriale del Paese. Questo sarebbe il nuovo che avanza?
Cacciamo gli avanzi nel rusco, e SOLO in questo caso sono favorevole all'inceneritore.

29/07/12 h. 23.04
geppo dice:

..ma si dai..dopo aver messo in mano parma a un bancario nerd che deve chiedere a casaleggio anche se puo pisciare adesso mettiamo un industriale (figlio di papa') che non ha mai espresso un idea autonoma! ...tanto ci pensa casalegio a passargli le battute quando ha capito come funziona

Esprimi il tuo commento
I commenti sono moderati e saranno pubblicati solo dopo l'approvazione della redazione.